Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Papa Francesco ai catechisti: “Siate creativi, non ripetitivi”

Il Pontefice: "L’evangelizzazione non è mera ripetizione, mai, del passato". E chiede catechisti "appassionati e creativi"

Città del Vaticano – Né stanchi e ripetitivi ma creativi. Così Papa Francesco si rivolge ai Partecipanti all’Incontro promosso dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione su “Catechesi e Catechisti per la Nuova Evangelizzazione”, ricevuti questa mattina in udienza nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico.

“Il catechista e la catechista – ribadisce – sono testimoni che si mettono al servizio della comunità cristiana, per sostenere l’approfondimento della fede nel concreto della vita quotidiana. Sono persone che annunciano senza stancarsi il Vangelo della misericordia; persone capaci di creare i legami necessari di accoglienza e vicinanza che permettono di gustare meglio la Parola di Dio e di celebrare il mistero eucaristico offrendo frutti di opere buone”.

Citando il suo discorso pronunciato nella cattedrale di Bratislava lunedì scorso (leggi qui), il Pontefice ricorda che “l’evangelizzazione non è mera ripetizione, mai, del passato. I grandi santi evangelizzatori, come Cirillo e Metodio, come Bonifacio, sono stati creativi, con la creatività dello Spirito Santo. Hanno aperto nuove strade, inventato nuovi linguaggi, nuovi ‘alfabeti’, per trasmettere il Vangelo, per l’inculturazione della fede”.

Ma questo, sottolinea Francesco, “chiede di saper ascoltare la gente, ascoltare i popoli a cui si annuncia: ascoltare la loro cultura, la loro storia; ascoltare non superficialmente, pensando già alle risposte preconfezionate che abbiamo nella valigetta, no! Ascoltare davvero, e mettere a confronto quelle culture, quei linguaggi, anche e soprattutto il non-detto, il non-espresso, con la Parola di Dio, con Gesù Cristo Vangelo vivente”.

Papa Bergoglio vuole per la sua Chiesa catechisti “appassionati e creativi”, persone che “si lasciano colpire dalla realtà che trova e trasmette il Vangelo con una creatività grande, o non è catechista”.

“Vorrei far giungere il mio personale ringraziamento alle migliaia di catechiste e catechisti d’Europa. Penso in particolare a quelli che, a partire dalle prossime settimane, dedicheranno grande impegno ai bambini e ai ragazzi che si preparano a completare il loro percorso di iniziazione cristiana. Ma penso a tutti e a ciascuno. La Vergine Maria interceda per voi, perché siate sempre assistiti dallo Spirito Santo. Vi accompagno con la mia preghiera e con la Benedizione Apostolica. E anche voi, per favore, non dimenticatevi di pregare per me. Grazie!”, conclude.

(Il Faro online) Foto © Vatican Media – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Papa & Vaticano
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie sul Papa e Vaticano