Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Sistema educativo regionale, dalla Pisana oltre 46 milioni per il piano annuale degli interventi

Di Berardino: "Vogliamo dare le migliori opportunità e la più vasta scelta ai giovani in uscita dalla scuola secondaria di primo grado"

Regione Lazio – La Giunta regionale del Lazio ha approvato una delibera su proposta dell’Assessore alla Scuola e alla Formazione, Claudio Di Berardino, e del vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, che prevede lo stanziamento di oltre 46 milioni di euro per il piano annuale degli interventi del sistema educativo regionale per l’anno scolastico 2021/2022.

Il Piano distribuisce le risorse destinando € 40.624.600,00 per percorsi triennali di istruzione e formazione professionale (IeFP), rivolti a circa 9.500 allievi, € 5.265.000,00 per percorsi per disabili, rivolti a circa 675 allievi, € 400.000,00 come contributo dedicato al funzionamento del convitto di Amatrice, € 575.000,00 per 5 percorsi aggiuntivi di IeFP, rivolti a circa 125 allievi.

Le risorse destinate ai piani triennali di istruzione e formazione professionale (circa 40 milioni di euro) sono così distribuite nel Lazio: quasi 33 milioni di euro saranno destinate alla Città Metropolitana di Roma Capitale, 1,8 milioni all’amministrazione provinciale di Frosinone, 2,9 all’amministrazione provinciale di Latina, 1,4 a quella di Rieti e infine 1,6 milioni a quella di Viterbo.

“È un piano che ha l’obiettivo di dare le migliori opportunità e la più vasta scelta ai giovani in uscita dalla scuola secondaria di primo grado – ha dichiarato l’assessore alla Scuola e alla Formazione, Claudio Di Berardino -. Quest’anno poi, anche a seguito delle difficoltà scaturite dall’emergenza pandemica, aggiungiamo ulteriori 5 corsi, per offrire un contributo e rispondere alle forti ripercussioni che il Covid ha avuto sul sistema dell’istruzione e della formazione professionale. Cogliamo l’occasione per fare gli auguri di buon inizio anno per gli Iefp pubblici e privati, ai docenti e ai ragazzi”.

“I percorsi di qualifica di Istruzione e Formazione Professionale presenti nella delibera rappresentano tutta l’offerta unitaria sul territorio regionale, nel quale si colloca anche l’apprendistato, – ha concluso il vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori -.per la qualifica e per il diploma professionale. L’obiettivo per la Regione Lazio è quello di poter far svolgere regolarmente, dopo le interruzioni dell’ultimo anno a causa del Covid, l’attività formativa al fine di preparare i nostri ragazzi ad essere inseriti nel mondo del lavoro. Il binomio formazione-lavoro è fondamentale per dare ai giovani l’opportunità di costruire il proprio futuro”.
Il Faro online – Clicca qui per leggere le notizie della Regione Lazio