Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Testa di Lepre, spreco senza fine: l’acqua potabile finisce in strada

Nel borgo spesso l'acqua e la pressione manca nelle case e i cittadini sono sul piede di guerra. Baccini: "Nonostante le dovute segnalazioni nessuno è ancora intervenuto"

Fiumicino – Ennesimo guasto alla condotta idrica e l’acqua potabile invade le strade di Testa di Lepre. Un guasto che sa di beffa per i residenti in quanto, spesso, l’acqua potabile manca nelle abitazioni del borgo situato nel nord del territorio comunale di Fiumicino. I cittadini sono esasperati e sul prede di guerra.

A sostenerli è Mario Baccini, consigliere d’opposizione, che in una nota ricorda come l’annosa questione dell’acqua nelle località del nord, “nonostante alcuni importanti lavori siano stati effettuati negli anni“, non si sia ancora risolta.

“L’acqua è un bene primario – afferma Baccini – e in molte località del mondo è distribuita con il contagocce; qui a Testa di Lepre le condotte colabrodo continuano a fare danni inestimabili. Chissà quanti litri di acqua saranno andati perduti in questi giorni: una ennesima rottura di condotta, da venerdì pomeriggio, ha creato una perdita presso l’antico borgo, proprio davanti alla scuola primaria, uscita su via Emilio Pasquini e sta creando un rigagnolo che corre fino a raggiungere la via di Tragliata”.

“A nessuno sembra mancare ma la pressione è diminuita e l’acqua è sprecata – sottolinea il consigliere -. I cittadini e le associazioni locali hanno fatto le comunicazioni dovute agli uffici di competenza ma ad oggi nessuno si è visto”.

Incredibile quanto stia accadendo! Non posso credere che l’Amministrazione di questo Comune non abbia a cuore il consumo rispettoso dell’acqua che è un bene comune, una risorsa importantissima per il nostro pianeta e quindi un bene prezioso da conservare. Non dico di dare soluzione definitiva alla questione, che pure era stata promessa, ma almeno intervenire in modo celere quando si viene chiamati. Inutile dire che il rimballo delle responsabilità non ci interessa: Arsial, Acea e Comune devono intervenire responsabilmente”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino