Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Vaccino anti-Covid, da Fda l’ok alla terza dose del siero Pfizer per over 65 e fragili

Negli Usa la somministrazione potrà essere effettuata sei mesi dopo la seconda dosa

Washington – La Food and Drug Administration ha autorizzato la somministrazione della terza dose del vaccino anti-Covid di Pfizer-BioNTech per le persone dai 65 anni in su e per i soggetti fragili, ovvero tutti coloro (di età compresa tra i 18 e i 64 anni) ad alto rischio di contrarre la malattia in forma grave. Il richiamo potrà essere effettuato sei mesi dopo aver completato il ciclo vaccinale. Sì alla terza dose anche per i 18-64enni la cui frequente esposizione professionale al virus li espone ad alto rischio gravi complicanze e di malattia grave.

La decisione della Fda segue le raccomandazioni fornite venerdì dal suo comitato di esperti indipendenti che, al termine di una riunione di oltre 8 ore, suggerito all’agenzia del farmaco americana ha bocciato il richiamo per tutti i cittadini americani di età superiore ai 16 anni, in assenza di dati sufficienti sui rischi, in particolare per i più giovani.

“Dopo aver valutato la totalità delle prove scientifiche disponibili e le valutazioni del nostro Comitato consultivo di esperti esterni, indipendenti, la Fda ha aggiornato l’autorizzazione all’uso d’emergenza per il vaccino contro il Covid-19 di Pfizer-BioNTech per consentire la somministrazione di una dose di richiamo ad alcuni soggetti”, ha dichiarato Janet Woodcock, Acting Commissioner dell’Agenzia, citando tra gli altri operatori sanitari e anche insegnanti.

Woodcock ha insistito sul carattere “dinamico” della pandemia, “in evoluzione”, per sottolineare come ogni giorno ci siano “nuovi dati riguardo la sicurezza e l’efficacia dei vaccini”. (fonte Adnkronos)