Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Il fantastico rapporto fra bambini e animali domestici

L’effetto positivo dell’ingresso di un animale domestico nella nostra casa non si rispecchia solo in noi, ma anche sui nostri figli.

Più informazioni su

Il legame fra uomo e animale domestico è sempre esistito ma, nel tempo, si è andato probabilmente rafforzando e intensificando. Sono sempre di più le famiglie allargate che contano al proprio interno anche un cane o un gatto. Non si tratta di una scelta banale: accogliere nella propria casa un piccolo amico a quattro zampe vuol dire non solo decidere di prendersi cura della sua vita, ma soprattutto significa cambiare la propria, e nettamente in meglio.

Un animale domestico ti cambia la vita

Quando nella nostra casa entra un piccolo amico a quattro zampe, che sia un cane o un gatto, la nostra vita riceve una quantità di valori positivi immediatamente: riempiono le nostre giornate di entusiasmo, di grandi momenti di gioco, di un affetto smisurato e di una fedeltà incondizionata, con tantissime passeggiate, corse, e tutto questo chiedendo in cambio solo qualche crocchetta e un po’ di coccole. Ma cosa succede quando stiamo per avere un bambino o, al contrario, quando già abbiamo un figlio e pensiamo di prendere anche un animale domestico? Sì tratta di una scelta giusta? Anticipiamo la risposta: sì, senza dubbio!

Come un animale domestico aiuta il nostro bambino

L’effetto positivo dell’ingresso di un animale domestico nella nostra casa non si rispecchia solo in noi, ma anche sui nostri figli. Hai mai sentito parlare di pet therapy? Un bambino che cresce con un cane o con un gatto (o, perché no, con entrambi) è maggiormente stimolato da tantissimi punti di vista: innanzitutto attraverso il gioco costante e le emozioni che suscita in lui, il nostro piccolo impara prima i valori dello scambio e dell’amicizia, avendo la possibilità di interagire sotto diverse forme, scoprendo il linguaggio sia verbale che non verbale. Accresce la propria autostima e la propria sicurezza poiché percepisce di essere importante per il suo piccolo amico a quattro zampe. Ovviamente questo avviene immediatamente con il cane mentre con il gatto, che ha un’indole diversa e una maggiore indipendenza, questo si svilupperà di solito verso i due anni.

Come salutarli nel modo che meritano

Purtroppo, però, sia il cane che il gatto hanno una caratteristica che è destinata a farci soffrire: la loro vita media è decisamente più breve della nostra e, per questo, prima o poi saremo costretti a vederli andare via per sempre. Quello che possiamo fare è salutarli nel modo che meritano, magari con una fotoceramica per cane o gatto che ci permetta di portarli per sempre nel nostro cuore, in ricordo di tutti quei momenti fantastici e di quell’amore incondizionato che sono stati in grado di regalarci.

Più informazioni su