Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Surriscaldamento delle caldaie

Grazie a un meccanismo di sicurezza, introdotto in tutte le caldaie moderne, quando la temperatura raggiunge un livello pericoloso, l’unità si spegne automaticamente.

Più informazioni su

Anche le caldaie di qualità possono presentare, di tanto in tanto, delle difficoltà nel funzionamento. Tra i problemi più seri che possiamo riscontrare c’è il surriscaldamento della caldaia stessa.

Grazie a un meccanismo di sicurezza, introdotto in tutte le caldaie moderne, quando la temperatura raggiunge un livello pericoloso, l’unità si spegne automaticamente. In questo modo, si evitano le conseguenze più disastrose: in passato, infatti, le caldaie surriscaldate se non riparate in tempo, rischiavano di esplodere. Oggi, per fortuna, la possibilità che scenari di questo tipo si verifichino è davvero rara. Tuttavia è sempre bene comprendere se la tua caldaia si sta surriscaldando e per quale motivo: soltanto così sarà possibile prenotare un consulto tecnico e risolvere il guasto il prima possibile. Mettiti in contatto con un esperto per scoprire se la tua caldaia va sostituita o può essere riparata: www.assistenzacaldaie-aristonroma.it In casa, la sicurezza deve essere sempre al primo posto: prenota un appuntamento, soprattutto se sei in possesso di un vecchio apparecchio e sospetti un malfunzionamento. Caldaia surriscaldata: i primi sintomi Per capire se la caldaia “ha la febbre” occorre prestare attenzione al suo funzionamento. Quando una caldaia si surriscalda, la pressione al suo interno aumenta e, come detto in precedenza, le unità moderne si spengono non appena rischiano di diventare pericolose.

Uno spegnimento improvviso dell’apparecchio è quindi il primo segnale di allarme da non sottovalutare. Surriscaldamento caldaia: le cause I motivi per cui una caldaia arriva a surriscaldarsi possono essere molteplici: anche se spesso individuarne la causa precisa non è semplice, ecco le più comuni. Calcare: come tutti gli apparecchi che funzionano ad acqua, anche le caldaie possono guastarsi a causa di un accumulo di calcare. Pompa danneggiata: la pompa è l’elemento che fa circolare l’acqua nella caldaia. In caso di malfunzionamento, l’acqua non circola e comincerà a surriscaldarsi. Guasto al termistore: il termistore è il pezzo della caldaia che misura la temperatura dell’acqua. Quando funziona male, la temperatura dell’acqua può salire a dismisura  Come evitare che la caldaia si surriscaldi  Per scongiurare un surriscaldamento della caldaia, è opportuno sottoporre l’apparecchio a una regolare manutenzione. Soltanto un tecnico potrà suggerirti quali sono gli interventi e le eventuali riparazioni da effettuare per evitare che la caldaia diventi pericolosa.

Uno dei problemi più frequenti che possono interessare la vostra caldaia o scaldabagno a gas, soprattutto le cosiddette caldaie a produzione istantanea (dunque non ad accumulo, come ad esempio un boiler elettrico) è quello di non fornire acqua calda in maniera costante. La produzione di acqua calda, alla giusta temperatura e quantità, è una delle funzioni fondamentali per cui caldaie e scaldabagni vengono ovviamente progettati. Ritrovarsi sotto la doccia con l’acqua calda che improvvisamente diventa gelida oppure ha inaspettate oscillazioni di temperatura può essere molto spiacevole.

Quando succede, questo è sicuramente dovuto ad alcuni possibili problemi. Vediamo ora quali possono essere le cause e in quali casi è possibile risolvere il problema in autonomia, quando invece è necessario l’intervento di un tecnico specializzato o se addirittura non sia il caso di acquistare direttamente una nuova caldaia a condensazione in modo tale da ridurre contemporaneamente i vostri consumi in bolletta.

Più informazioni su