Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

A Ventotene la prima “comunità energetica” del Lazio

La comunità energetica è un modello di sviluppo sostenibile che rispetta l'ambiente, non consuma risorse.

Più informazioni su

Ventotene – Una data storica per Ventotene quella dell’inaugurazione della prima Comunità Energetica del Lazio, la prima su un’isola in Italia e nel Mediterraneo.

Le Comunità Energetiche basate su fonti rinnovabili – spiega Cristiana Avenali Responsabile Ufficio di Scopo Piccoli Comuni della Regione Lazio – rappresentano infatti quel nuovo modello di sviluppo sostenibile che rispetta l’ambiente, non consuma risorse, e rappresentano uno degli strumenti fondamentali per combattere i mutamenti climatici.

Per questo vogliamo partire da Ventotene, prima tappa laziale, con un laboratorio di sostenibilità che abbiamo l’ambizione di riproporre in tutte le province, consolidando i legami esistenti e creandone di nuovi. In questo progetto, l’impegno della Regione Lazio, con il bando Vitamina G, e dell’Università La Sapienza, è teso a prendere sul serio le esigenze delle realtà locali e puntare al loro coinvolgimento. L’innovazione e il futuro passano anche da qui, e dalle sinergie che sapremo attivare, sempre rispettando e tutelando l’ambiente in cui viviamo.”

Lombardi: “Una rivoluzione copernicana”

Oggi a Ventotene si concretizza in piccolo un nuovo principio di politica energetica, che rappresenta una vera e propria rivoluzione copernicana, perché questa comunità energetica, la prima nel Lazio e la prima in assoluto su un’isola in Italia e in tutto il Mediterraneo, si basa sulle fonti energetiche rinnovabili, che per definizione, a differenza dei combustibili fossili, non consumano risorse naturali e non inquinano, e tanto più è condivisa, stringendo anche legami nella comunità locale, tanto più diventa forte”. Così Roberta Lombardi, assessora alla Transizione Ecologica e Trasformazione Digitale della Regione Lazio.

L’inaugurazione

Nella mattinata di venerdì 8 ottobre la Sottosegretaria al Ministero della transizione ecologica, Ilaria Fontana, accompagnata dall’Assessore all’ambiente della Regione Lazio, RobertaLombardi, è giunta sull’isola pontina, riconoscendole il merito di prima isola italiana a comunità energetica rinnovabile ancora una volta esempio in Europa di innovazione e visione.

A riceverla il Capo del Compartimento marittimo di Gaeta, Capitano di Fregata Angelo Napolitano, unitamente al titolare dell’Ufficiolocale marittimo, 1° Luogotenente Renato Carbone, il sindaco e i rappresentanti del locale Ente Parco. Occasione privilegiata per fare il punto sulle attività di vigilanza e controllo svolte dalla Guardia Costiera, per tali profili direttamente dipendente dal Ministero della transizione ecologica, all’interno dell’Area marina protetta di Ventotene e Santo Stefano e, più in generale, per la salvaguardia e tutela del delicato ecosistema marino-costiero dell’isola.

La giornata è proseguita con il convegno sul tema “Isole minori mediterranee e mediterraneità”, che ha visto la partecipazione di illustri rappresentanti del mondo accademico e dell’Ambasciatore Mario Boffo, organizzatore e moderatore, cheha messo al centro dell’attenzione i temi della marittimità, affrontati ed analizzatidal punto di vista delle collettività isolane, con un focus particolare sulle tematiche della protezione dell’ambiente, della sostenibilità e della transizioneecologica verso sorgenti energetiche e modelli di vita maggiormente compatibili con il rispetto degli ecosistemi e delle biodiversità, aspetti di assoluto interesse per la Guardia Costiera, impegnata in prima linea nella quotidiana attività divigilanza e contrasto delle condotte che mettono a repentaglio l’integrità della “risorsa mare”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ventotene
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ventotene

Più informazioni su