Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Roma, strappò la catenina dal collo di un ragazzino: incastrato dai video

L'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata notificata al 30enne a Rebibbia dove si trovava ristretto

Più informazioni su

Roma – A seguito di articolate indagini eseguite dal Commissariato San Lorenzo e coordinate dalla locale Procura della Repubblica, è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale Ordinario di Roma, nei confronti di un 30 enne romano, per un furto con strappo avvenuto il 14 luglio scorso. La vittima un minore, che insieme ad un coetaneo, mentre stava passeggiando in Largo degli Olsci, è stato avvicinato da un giovane che li ha dapprima invitati a fumare qualcosa insieme, per poi strappargli dal collo una catenina.

Gli investigatori del commissariato San Lorenzo, dopo aver raccolto la denuncia e ricostruito l’episodio in ogni minimo dettaglio, hanno proceduto a visionare le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Essendo l’autore del furto un ragazzo già noto alle forze dell’ordine, gli investigatori sono riusciti ad identificarlo, si tratta di un 30enne originario del Marocco e a sottoporre la sua fotografia alla vittima che lo ha riconosciuto senza ombra di dubbio.

Sono stati poi gli stessi poliziotti del commissariato San Lorenzo, a seguito dell’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico dell’indagato, a notificargli il provvedimento presso il carcere di Rebibbia dove si trovava ristretto.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.


Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Roma Città Metropolitana
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram sulle notizie dall’Italia e dal mondo

Più informazioni su