Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Terracina, stalker “recidivo” continua a perseguitare la ex: finisce ai domiciliari

L'uomo viola il divieto di avvicinamento alla casa familiare e viene perciò emessa nei suoi confronti ordinanza restrittiva

Più informazioni su

Terracina – Prosegue l’attività dell’Arma dei Carabinieri di Latina, fortemente voluta dal comandante provinciale colonnello Lorenzo D’Aloia, volta alla tutela delle donne vittime di violenze consumatesi spesso nell’ambito familiare e sottaciute per timore di ritorsione dei persecutori. allo scopo è stato definito un percorso privilegiato per tutti quei soggetti vulnerabili che avessero la necessità di chiedere aiuto e denunciare tali gravi delitti, inaugurando il 21 settembre scorso, una sala dedicata all’ascolto e all’accoglienza, ubicata presso la locale caserma dei carabinieri Vittoriano Cimmarrusti.

In particolare nella serata di ieri, a Terracina, i militari della locale aliquota radiomobile, in ottemperanza all’ ordinanza di applicazione degli arresti domiciliari emessa dal tribunale di Latina, ufficio g.i.p. Francesca Coculo, che concordava con la motivata richiesta di aggravamento della misura avanzata dal reparto operante, traevano in arresto un 57 enne del luogo, ritenuto responsabile del delitto di atti persecutori, già sottoposto al provvedimento del divieto di avvicinamento alla casa familiare della ex convivente, per il quale si era reso più volte inottemperante alle prescrizioni imposte.

L’ arrestato, espletate le formalità di rito, è stato condotto presso il proprio domicilio, ove rimarrà ristretto in regime di arresti domiciliari.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Terracina
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Terracina

Più informazioni su