Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Anzio, pusher con walkie talkie: “Fate sparire la roba arrivano le guardie”

Il 21enne dovrà rispondere alle accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

Anzio – Questa mattina i Carabinieri della Compagnia di Anzio, con il supporto di unità cinofile per la ricerca di armi e stupefacenti, hanno nuovamente fatto accesso in massa alla palazzina di Corso Italia 54, presso il quartiere Europa.

Le perquisizioni, effettuate su 7 appartamenti, hanno consentito di arrestare un giovane italiano di 21 anni di origini nordafricane, in quanto nella sua camera è stato rinvenuto un importante quantitativo di sostanza stupefacente già suddivisa in dosi e pronta per essere spacciata, ma anche 3 walkie-talkie perfettamente funzionanti utili per segnalare ai pusher l’arrivo delle forze di polizia e 9 telefoni cellulari su cui sono in corso accertamenti al fine di verificarne il contenuto e se costituiscano provento di furto.

Il ventunenne arrestato, incensurato ma già segnalato amministrativamente dai Carabinieri di Anzio per uso personale di sostanza stupefacente, sarà trattenuto per presso le camere di sicurezza della Stazione di Anzio e, domattina, sarà processato con rito direttissimo. Al momento dovrà rispondere alle accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

È invece ancora in fase di accertamento la sua posizione in ordine alla detenzione dei telefoni cellulari trovati in suo possesso.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Anzio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Anzio