Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

San Lorenzo, viola le norme anti-Covid: esercizio commerciale chiuso per 10 giorni

In precedenza la Polizia aveva già contestato al titolare la vendita di bevande alcoliche senza apposita autorizzazione ed oltre l'orario consentito

Più informazioni su

Roma – Continuano i serrati controlli della Polizia di Stato nel quartiere San Lorenzo: Il Questore sospende, ai sensi dell’articolo 100 T.U.L.P.S., la licenza ad un esercizio di vicinato. I servizi sono mirati per fronteggiare la movida e, allo stesso tempo, verificare il rispetto della normativa per contrastare il Covid-19. Tale esercizio era diventato luogo di eventi atti a “minare l’ordine e la sicurezza pubblica”.

Questo quanto emerso dai controlli effettuati dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato San Lorenzo, nei confronti di un esercizio di vicinato gestito da un cittadino del Bangladesh.

Il 7 ottobre scorso, durante un controllo nell’esercizio commerciale, era stata contestata al titolare la violazione dei protocolli contro la diffusione del Covid-19, in particolare il divieto di assembramento all’interno dei locali, dove era stata riscontrata la sosta di più persone senza il prescritto distanziamento. Nella circostanza era stata applicata, oltre al pagamento di una sanzione pari a 400 euro, la sanzione accessoria della chiusura di 3 giorni.

In precedenza invece, il 10 agosto scorso, durante alcuni controlli anti movida, i poliziotti avevano contestato allo stesso titolare del locale la vendita di bevande alcoliche senza l’apposita autorizzazione, nonché la violazione dell’ordinanza sindacale che vieta la vendita di alcolici nella fascia oraria 18.00/07.00. Nella circostanza si era proceduto ad elevare apposite sanzioni amministrative e ad applicare la sanzione accessoria della chiusura provvisoria dell’attività per 3 giorni. Successivamente, sempre nello stesso posto, era stata riscontrata la presenza di alcuni avventori con precedenti di polizia.

Acquisiti gli atti da parte del Commissariato San Lorenzo, dopo una attenta istruttoria, da parte della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale, il Questore ha emesso un provvedimento di sospensione temporanea della licenza, ai sensi dell’Art. 100 del T.U.L.P.S., prescrivendo la chiusura del locale per 10 giorni.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Roma Città Metropolitana
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram sulle notizie dall’Italia e dal mondo

Più informazioni su