Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Nocive e senza certificato: maxi sequestro di machere di Halloween per bambini a Roma

La Finanza ha scovato oltre 1,5 milioni di articoli pronti a essere immessi sul mercato. Denunciati i rappresentanti legali di tre imprese

Roma – Stavano per essere piazzati sul mercato, nell’imminenza della notte di “Halloween”, gli oltre 1,5 milioni di articoli pericolosi per la salute sequestrati dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma nel corso di una serie di controlli effettuati nel quartiere Prenestino.

In due capannoni, nella disponibilità di altrettante società di import-export riconducibili a cittadini di nazionalità
cinese, le Fiamme Gialle del 3° Nucleo Operativo Metropolitano hanno scovato maschere, cerchietti, addobbi, decorazioni a tema e accessori per il travestimento privi dei requisiti di sicurezza e quindi potenzialmente pericolosi.

Tutta la merce sequestrata, destinata a rifornire le cartolerie e le rivendite di giochi, avrebbe fruttato guadagni
dell’ordine di circa 3 milioni di euro.

Inoltre, in uno dei depositi i militari hanno individuato un commesso impiegato “in nero”.

I rappresentanti legali delle tre imprese sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria capitolina per il reato di frode in commercio e uno di loro dovrà rispondere davanti all’Ispettorato Territoriale del Lavoro per l’omissione della comunicazione obbligatoria di avvio del rapporto di lavoro con il predetto dipendente.

L’operazione si inserisce nel più ampio dispositivo di controllo messo in campo dalla Guardia di Finanza della
Capitale a tutela dei consumatori e degli operatori economici onesti.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Roma Città Metropolitana
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram sulle notizie dall’Italia e dal mondo