Seguici su

Cerca nel sito

Roma blindata per il G20, l’Eur sarà presidiato da cecchini e da un elicottero fotogallery

L'area che circonda la Nuvola sarà chiusa al traffico già da venerdì sera per consentire le operazioni di bonifica delle strade

Roma – Tiratori scelti e un’area di massima sicurezza di oltre 10 chilometri a cui potranno accedere solo gli addetti ai lavori con gli appositi pass attraverso varchi presidiati.

g20 2021 roma eur

E’ quanto prevede il dispositivo di sicurezza messo a punto dalla Questura di Roma in vista del G20 che si terrà il 30 e il 31 ottobre nella Capitale e che sarà 16esimo a livello di Capi di Stato e di governo.

L’area che circonda la Nuvola, dove ci sarà il vertice dei capi di Stato e di governo e che si estende fino al palazzo dei Congressi dell’Eur, sarà sorvolata da un elicottero.

La messa in sicurezza dell’area scatterà già dalla sera prima, quando le unità specializzate delle forze di polizia, tra cui artificieri e cinofili, bonificheranno le strade dell’Eur. Sono stati organizzati anche servizi in chiave anti-terrorismo con Digos, Uopi e Api. Bonifiche sono previste anche in altre aree della città collegate all’evento, come nelle zone di alloggio dei capi di Stato e di governo. Al lavoro anche i carabinieri di Roma. Adeguati servizi sono stati predisposti anche per eventuali manifestazioni che si terranno nel weekend.

D’Amato: “Pronto il piano di protezione sanitaria”

“E’ attivo da oggi il Piano di Protezione sanitaria per il G20 previsto a Roma con inizio attività in data odierna e che terminerà il 1 novembre”, ha fatto sapere Alessio D’Amato, assessore alla Sanità della Regione Lazio.

“Il Piano, a cura dell’Ares 118 e sotto il coordinamento del Prefetto di Roma – spiega D’Amato -, prevede la realizzazione di postazioni di soccorso fisse e ambulanze dedicate all’evento, la predisposizione in prossimità della Nuvola di mezzi e personale anche in assetto NBCR (nucleare-biologico-chimico-radiologico) e una tenda da decontaminazione; la gestione e l’organizzazione di tre centri-tampone ubicati presso La Nuvola, il Palazzo dei Congressi ed il Centro accrediti con personale della Asl Roma 2; il potenziamento della rete di emergenza sanitaria territoriale su tutta l’area romana; lo stato di allerta della Rete ospedaliera dell’emergenza con particolare riguardo ai DEA di II livello, Policlinico Umberto I e Policlinico A. Gemelli”.

“E ancora: la partecipazione all’Unità di crisi Interistituzionale sotto il coordinamento del Prefetto e il trasporto protetto di eventuali soggetti Covid positivi presso le strutture ricettive appositamente predisposte con allerta dei Dipartimenti di Prevenzione della Asl Roma 1-2-3 e dei Covid Hotel. Nelle giornate interessate sono previsti impieghi straordinari di mezzi di soccorso, automediche, mezzi in biocontenimento e personale sanitario aggiuntivo, il tutto per consentire lo svolgimento in sicurezza dell’evento senza limitazioni nella gestione ordinaria dell’emergenza sanitaria. Un ringraziamento particolare va a tutto il personale sanitario e dei soccorsi impegnati di Ares 118 e della Asl Roma 2″.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Roma Eur
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram sulle notizie dall’Italia e dal mondo