Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Parole chiave: perché sono importanti nel digital marketing e come trovarle

Nell’ambito del digital marketing, le keywords non sono altro che delle query di ricerca, ossia parole o semplici costrutti che vengono inseriti in motori come Google per riuscire a trovare ciò che si sta cercando.

Più informazioni su

Chiunque si approcci al digital marketing al giorno d’oggi si imbatte nelle ormai famose keywords o parole chiave, ritenute indispensabili per riuscire ad adottare una strategia efficace e aumentare la visibilità di un sito web. Il punto di partenza per le attività di SEO è dunque quello di effettuare una ricerca mirata delle parole chiave, utilizzando strumenti specifici come Semrush che consente di identificare le keywords migliori sulle quali agire. Vale però la pena fare chiarezza su questo aspetto, perché fondamentale al giorno d’oggi in ambito digital marketing e non così semplice come potrebbe sembrare. Vediamo dunque nel dettaglio cosa sono le parole chiave, perché sono importanti e come trovare quelle giuste per ottimizzare il sito web.

Parole chiave: cosa sono e perché sono importanti

Nell’ambito del digital marketing, le keywords non sono altro che delle query di ricerca, ossia parole o semplici costrutti che vengono inseriti in motori come Google per riuscire a trovare ciò che si sta cercando. Se ad esempio un utente del web ha bisogno di aiuto per un lavandino rotto e vive nella Capitale, è molto probabile che digiti sul motore di ricerca la keyword “idraulico Roma”. Questo naturalmente è solo un esempio: ciò che è importante sapere è che gli spider di Google offrono risposte differenti in base a quello che viene cercato dagli utenti. Sono programmati infatti per consentire a tutti di trovare risposte immediate nel mondo del web.

Ma perchè le keywords sono importanti per chi opera nel digital marketing? Per comprenderlo occorre fare riferimento ancora una volta agli algoritmi di Google. Questo motore di ricerca infatti analizza costantemente i vari portali web, rintracciando tutte le keywords contenute in essi e proprio in base a ciò attribuisce loro una determinata rilevanza. In pratica, Google si serve delle parole chiave presenti nei siti web per comprendere quali siano i portali da far mostrare agli utenti che cercano questa o quella query.

Ecco perché se un idraulico ha un proprio sito web e opera nella Capitale deve puntare su keywords come “idraulico Roma”, “idraulici Roma” e via dicendo inserendole in modo mirato nel portale. Così facendo, avrà maggiori possibilità di essere trovato dagli utenti interessati al suo lavoro.

Come trovare le parole chiave più ricercate

Chi opera nell’ambito della SEO e del digital marketing deve però riuscire a trovare le keywords giuste, ossia capire quali siano le query che gli utenti che navigano nel web ricercano con maggiore frequenza. Per questo è fondamentale utilizzare uno specifico strumento per le parole chiave come Semrush, che è il più utilizzato dai professionisti.

Grazie a Semrush è possibile rintracciare in modo semplice tutte le keywords più utili, scoprire quali sono quelle che hanno permesso ai propri competitor di posizionarsi più alto nel motore di ricerca ed ottenere un riepilogo completo. Vengono dunque illustrati numerosi parametri come volume di ricerca di ogni parola chiave, CPC, pagine del proprio portale che risultano posizionate meglio e via dicendo. Non si tratta dunque di un semplice strumento per la ricerca delle keywords ma di un tool fondamentale per chiunque operi nel settore della SEO e del digital marketing.

Più informazioni su