Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, respinto l’ingresso ai bambini nel parco di nuova California: scoppia la polemica sui social

Il Centro Hygge risponde alle accuse: "L'ingresso è libero e gratuito ma i bambini minorenni non possono andare al parco da soli"

Ardea – “Il Parchetto di Hygge ha sempre avuto un accesso libero e gratuito”. Con queste parole a ilfaroonline.it la presidente dell’associazione Centro Hygge, Jlenia D’Andrea, risponde alla polemica scoppiata sui social che riguarda il parco di Nuova California.

Alcuni abitanti di Tor San Lorenzo, infatti, hanno denunciato su Facebook un’episodio in cui sarebbe stato respinto l’accesso al parco ad alcuni bambini non accompagnati dai propri genitori, lamentandosi anche del fatto che il parco sarebbe diventato “privato e per pochi”.

“Ad ogni persona che si è affacciata al parco è stato sempre riferito che l’accesso è libero e gratuito, bastava prendere la temperatura e igienarsi le mani”. Così in una nota Jlenia D’Andrea chiarisce la situazione.

“Inoltre, è sempre stato riferito che la gestione era del Centro Hygge, che ha riqualificato il parco ed ha fatto tutti gli interventi all’area verde a proprie spese. E’ stato aggiunto che Il Centro Hygge A S.D.C metteva a disposizione tanti giochi e accessori in più per i bambini, oltre ad alcune attività gratuite e che per questo si proponeva un tesseramento annuo di pochi euro che è ben diverso dal dire che c’è un ingresso a pagamento, che invece è sempre stato libero da quando abbiamo aperto.

“Ora che si continua a infangare l’associazione andando in giro a dire che l’ingresso al parco è a pagamento, è gravissimo e diffamatorio. Nonostante alcuni personaggi, ignari del nostro continuo lavoro, ignari del nostro progetto, hanno tentato di screditarci con illazione gratuite, false e spicciole per scopi personali o peggio che mai per giochi politici tristi, abbiamo continuato a fare il nostro.

Con l’occasione vorrei anche specificare di aver avuto personalmente, insieme al mio direttivo, un incontro con il sindaco e con due rappresentanti di un’altra associazione che tanto hanno da ridire e riportano fatti non veritieri solo perché forse il bando non l’hanno superato e non con frequentatori del parco come è stato scritto su un articolo del 07/11/2021 sul Messaggero. Dal canto nostro, nonostante tutte queste false informazioni come un treno in corsa non ci siamo fermati. Il nostro treno ha vagoni carichi di iniziative, di opportunità per tanti e soprattutto viaggia “alla luce del sole”.

Ad ogni fermata molti ci chiedono di salire e noi ne siamo contenti, segno che hanno compreso il valore del nostro viaggio. Purtroppo il territorio presenta ostacoli e spesso chi non li supera tenta di ostacolare chi sta con le mani in pasta. Spesso questo avviene in modo scorretto. Il Centro Hygge A S.D.C ringrazia tutti i suoi fruitori e ricorda che i bambini minorenni non possono andare al parco da soli.

Per i gruppi di bambini capitanati da insegnanti ci vuole l’autorizzazione dei genitori in quanto minori. L’associazione man mano aggiunge un tassello. Il nostro progetto non è giunto al termine, al contrario, nonostante le difficoltà, siamo ora sempre più determinati ad andare avanti. Con grande gioia abbiamo notato l’apprezzamento per il nostro operato e questo ci fa davvero molto piacere.

Ringraziamo tutti quei genitori – conclude la Presidente -, tutte quelle persone, che ogni giorno si congratulano con noi. Il Centro Hygge tiene a far sapere che quando si ha voglia di fare, quando si è consapevoli di quello che si sta facendo, quando c’è armonia, quando si fissano degli obiettivi.. non ci si ferma. Noi andiamo avanti”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ardea
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ardea