Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Focene e la sua “piscina” da record: un’impresa accompagnare i bambini a scuola fotogallery

Focene è stanca di dover combattere per la riqualificazione e la manutenzione del territorio. I residenti voglio risposte e le vogliono subito

Fiumicino – Da sempre in balìa dell’acqua… questa è ormai il disagio costante con cui sono costretti a vivere i residenti di Focene: alla prima pioggia abbondante, i frequenti allagamenti si aggiungono al già alto rischio di erosione ed esondazione (leggi qui), che li minaccia da tempo. Bastano, infatti, due gocce d’acqua in più e varie zone risultano completamente sommerse, come accade al terreno situato davanti alla scuola ed alla chiesa di Focene, utilizzato come “parcheggio”: una vera e propria piscina da record a cielo aperto, che rende difficile, se non a volte impossibile, accompagnare i bambini a scuola senza farli inzaccherare.

La "piscina" di Focene

Con le bombe d’acqua è difficile anche solo scendere dalle auto. Le buche profonde quasi come crateri si riempiono d’acqua in pochissimo tempo ed i bambini non possono rischiare di entrare a scuola con le scarpe bagnate o coperti di fango. Eppure, nel vivo del nuovo anno scolastico, le famiglie si ritrovano ad affrontare questo stesso problema praticamente da sempre, che incombe su di loro ogni anno. Tante le lamentele e le richieste dei genitori, che attendono ancora una soluzione: questo terreno risulta già impraticabile e pericoloso perché sterrato e pieno di buche, che rendono difficile anche il solo passaggio delle macchine; essendo perennemente allagato, mette a rischio la sicurezza dei bambini che devono percorrerlo ogni mattina.

Come denunciato all’assemblea cittadina indetta dal Nuovo Comitato Cittadino Focene (leggi qui), tenutasi sabato 13 novembre, sono state fatte tante promesse sul destino di questo terreno, che sarebbe dovuto essere asfaltato e messo a norma. Stando a quanto dicono i residenti, sarebbe dovuto anche diventare una piazza, un punto di aggregazione per bambini, giovani ed anziani, ma non si è mai accennato alla sua realizzazione.

I cittadini sono ancora sul piede di guerra perché, questa ed altre gravi problematiche con cui da sempre deve fare i conti Focene, ancora non vedono una risoluzione. Poco esaustive sono state anche le risposte date da alcuni consiglieri presenti all’assemblea: “Sul terreno antistante la scuola – si legge nel verbale dell’assemblea cittadina – esiste, ormai da anni, una trattativa tra l’Amministrazione ed il proprietario del terreno. L’accordo individuato prevede delle opere a scomputo. Non è chiaro, però, se sia necessario attendere che il proprietario del terreno costruisca qualche manufatto”.

Ancora tanti dubbi, quindi, che si vanno a sommare agli annosi disagi. Focene è stanca di dover combattere per la riqualificazione e la manutenzione del territorio. I residenti sono stufi di dover fare i conti con gli allagamenti e con la burocrazia.  Vogliono soluzioni e le vogliono subito. Al prossino acquazzone, come porteranno i propri figli a scuola? Chissà se si dovrà ricorrere, come successe a Mare Nostrum, alle canoe…
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Fiumicino