Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Covid-19, in Italia l’indice Rt resta stabile ma sale incidenza: il report dell’Iss

I dati del monitoraggio dell'Istituto Superiore di Sanità: "Il Paese è a rischio moderato, una regione verso rischio alto"

Roma – Situazione coronavirus in Italia, Rt nazionale stabile a 1,21 mentre l’incidenza è ancora in aumento con 98 contagi su 100mila abitanti. Questi i dati del report settimanale Iss, che segnala anche un lieve calo ospedaliero a 1,09 mentre crescono i ricoveri: terapie intensive al 5,3% e aree mediche al 7,1%. Italia a rischio moderato, con una regione verso il rischio alto. Forte l’aumento dei casi non associati a catene trasmissione.

Incidenza in aumento

Continua ad aumentare l’incidenza nazionale di Covid in Italia: secondo i dati principali del monitoraggio della Cabina di Regia, comunicati dall’Istituto superiore di sanità (Iss), si sale a quota 98 nuovi casi per 100mila abitanti (periodo 12-18 novembre) contro la rilevazione precedente di 78 per 100mila abitanti (periodo 5-11 novembre). I dati a cui si fa riferimento sono del flusso ministero Salute.

Indice Rt stabile

Rispetto alla settimana precedente in Italia risulta stabile a 1,21 l’indice di trasmissibilità Rt medio calcolato sui casi sintomatici (periodo 27 ottobre-9 novembre). L’Rt è comunque al di sopra della soglia epidemica (range 1,14-1,26).

“E’ invece in leggera diminuzione, ma ancora sopra la soglia epidemica – rileva ancora l’Iss – l’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero”, pari questa settimana a 1,09 (range 1,04-1,14) secondo la rilevazione al 9 novembre. Era a quota 1,14 la settimana precedente (rilevazione al 2 novembre). (fonte Adnkronos)