Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Meteo: sarà un weekend invernale con freddo, neve e temporali previsioni

Previsioni meteo Italia e Lazio 27 e 28 novembre 2021

Più informazioni su

Previsioni meteo Italia

SITUAZIONE. Il primo vero attacco invernale all’autunno mediterraneo si realizzerà nell’arco del weekend e abbraccerà anche l’inizio della nuova settimana. Ne stiamo parlando ormai da giorni e tutto è confermato, a iniziare da sabato un nucleo di aria fredda di matrice artica marittima inizierà ad entrare sul Mediterraneo con la complicità di un vortice sull’Europa centrale. Immediatamente si formerà un vortice secondario sul Mar Ligure che piloterà quest’aria fredda verso l’Italia con correnti molto forti occidentali o sud occidentali. I fenomeni che potranno essere anche intensi saranno frutto del contrasto tra un mare ancora tiepido e l’aria molto fredda soprattutto in quota. Diversi temporali dunque e anche grandinate seppur non di grosse dimensioni, più tipiche dell’instabilità fredda con nevicate che si abbasseranno via via di quota prima sulle regioni settentrionali poi domenica anche sulla Sardegna e le regioni centrali, infine tra lunedì e martedì anche al Sud.

METEO SABATO 27 NOVEMBRE: cieli chiusi sulle Alpi confinali con nevicate anche abbondanti fino a bassa quota, variabilità al Nordovest con clima prevalentemente asciutto su Piemonte occidentale e Liguria centro occidentale, più instabile altrove con piogge, rovesci anche temporaleschi e nevicate sul nord Appennino fino a 800m. Tempo fortemente instabile o perturbato sulle regioni centro meridionali tirreniche e la Sardegna, con rovesci, temporali, grandinate e nevicate in calo fino a 900-1100m in Appennino centrale. Maggiore variabilità sull’Adriatico centro meridionale e la Sicilia. Temperature in calo al Nord e sulla Sardegna, stabili o in lieve calo altrove. Venti forti a rotazione ciclonica. Mari agitati con burrasche al largo e mareggiate sulle coste esposte

METEO DOMENICA 28 NOVEMBRE: ancora a tratti instabile al Nord, specie Emilia Romagna e Nordest con piogge e nevicate fino a bassa quota. Spiccata instabilità sulle regioni centro meridionali tirreniche e Sardegna con piogge e rovesci, anche temporaleschi grandinigeni e nevicate in Appennino fino a 600-800m. Ampie schiarite al Nordovest, medio basso Adriatico ed estremo Sud. Temperature in ulteriore calo al Centro-Nord e parte del Sud. Venti forti a rotazione ciclonica. Mari agitati con burrasche e mareggiate.

Evoluzione meteo Lazio

SABATO: continua la fase di tempo piovoso su Toscana, Umbria e Lazio, accompagnato da un lento ma progressivo arrivo di aria artica, che si materializzerà nel corso delle prossime 36/48 ore. Nella giornata odierna noteremo delle nevicate su tutto l’arco appenninico dai 1300-1400m in progressivo calo sin verso i 1000-1200m. Temperature in lieve flessione al suolo, in calo in quota. Forti venti meridionali, specie su zone costiere e appenniniche. Mare da agitato a molto mosso.

DOMENICA: prosegue la fase perturbata su Toscana, Umbria e Lazio con rovesci e qualche temporale. Nella seconda/ultima parte del giorno progressivo arrivo di aria più fredda di estrazione artica che determinerà, sulle aree appenniniche e pre-appenniniche un ulteriore netto calo della quota neve, poco prima della mezzanotte (in seno all’occlusione del fronte), sin verso i 500/600m sui crinali toscani, 600-750m su quelli umbri e laziali. Possibili eventi di graupel. Temperature in netto calo nella seconda parte del dì. Mare da molto mosso a agitato.

Commento del previsore Lazio
Nubi in progressivo aumento nel corso di mercoledì a partire da Ovest, con prime piogge entro sera sul comparto costiero e occidentale di Lazio e bassa Toscana. Tutto ciò sarà il preludio di un netto peggioramento atteso da giovedì, con piogge e rovesci diffusi su tutti i settori; precipitazioni più intense e a carattere temporalesco previste sui settori costieri e su alcune aree dell’entroterra. Il tutto accompagnato da un progressivo calo termico. Nei giorni seguenti continueranno i tratti di maltempo o di tempo spiccatamente instabile, con quota neve appenninica in progressivo calo (sin verso quote collinari localmente), questo per il sopraggiungere di aria artica.
(Fonte: 3B Meteo)

Più informazioni su