Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Finisce l’incubo di Ostia e Fiumicino: presi i due rapinatori seriali di supermercati e farmacie

I poliziotti di Ostia erano sulle loro tracce da mesi

Ostia – Presi i rapinatori seriali che erano diventati l’incubo dei supermercati e delle farmacie di Ostia e Fiumicino. I due, che da settembre avevano commesso ben nove rapine ad Ostia e dintorni, sono stati colti in flagrante mentre tentavano di derubare una farmacia di piazza Filippo Andrea Doria Pamphili, in zona Portuense.

rapinatori seriali ostia fiumicino

Parte dei proventi delle rapine sequestrati dalla Polizia di Stato

Mentre uno era rimasto in macchina a far da “palo”, il suo complice era entrato nel negozio e, armato di coltello, era riuscito a farsi consegnare da un’atterrita farmacista 785 euro. Ma a bloccargli l’unica via di fuga ha trovato le pistole degli agenti del X Distretto Lido, che da giorni seguivano gli spostamenti della loro auto.

I poliziotti di Ostia, infatti, avevano già perquisito l’abitazione di uno dei due, convinti che questi fosse l’autore di nove rapine nel solo X Municipio nonché di numerose altre nel comune di Fiumicino. In quell’occasione, però, non erano riusciti a trovare nulla che potesse incastrarlo: dopo le rapine, infatti, sparivano sia l’abbigliamento che le armi utilizzate.

Gli uomini di Antonino Mendolia, però, non si sono arresi e, con un certosino lavoro di intelligence – che ha portato loro anche i vivi complimenti del Questore di Roma – sono finalmente riusciti ad individuare la targa dell’auto usata per le rapine e, alla fine, ad incastrare i due malviventi.

Insieme, i ladri avevano rapinato la Farmacia Stella Polare (per ben due volte), la Farmacia Eredi Angelini in via Ferdinando Acton, l’Eurospin di via delle Ebridi, il Tuodì di via Amadeo Bocchi, la Farmacia Toma in via delle Baleniere, il supermercato Eurosurgelati Italia di via di Acilia, la tabaccheria di viale di Casal Palocco e la Parafarmacia Santo Spirito di via Paolo Stoppa.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio