Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Roma, sfila il cellulare dal cappotto di una studentessa: arrestato

Nei confronti del titolare di un esercizio di vicinato, è scattata invece la sanzione amministrativa di 500 euro, per aver venduto bevande alcoliche oltre l’orario consentito.

Più informazioni su

Roma – Da ieri sera e fino a tarda notte, i Carabinieri della Compagnia Roma Trastevere, unitamente ai colleghi del Gruppo di Roma, hanno effettuato un servizio straordinario finalizzato al controllo del territorio e alla prevenzione dei reati nello storico quartiere di Trastevere, fulcro della movida capitolina.

Nel corso del servizio, in vicolo del Cinque, i Carabinieri della Stazione Trastevere hanno arrestato un cittadino del Mali, di 40 anni, senza fissa dimora e con precedenti, per furto con destrezza di un cellulare, del valore di oltre 500 euro, dalla tasca del cappotto di una studentessa di 24 anni. L’uomo nel corso dell’identificazione ha opposto anche resistenza e ha tentato di colpire i militari con calci e pugni prima di essere bloccato definitivamente. La refurtiva è stata recuperata e riconsegnata alla vittima.

Nei confronti del titolare di un esercizio di vicinato, è scattata invece la sanzione amministrativa di 500 euro, per aver venduto bevande alcoliche in vetro oltre l’orario consentito dal regolamento di polizia urbana.

Dopo l’arresto il 40enne è stato accompagnato in caserma e trattenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Roma Città Metropolitana
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram sulle notizie dall’Italia e dal mondo

Più informazioni su