Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Tutela delle spiagge a Ostia, Mare Libero chiama a raccolta i consiglieri del Municipio X

Tavola rotonda sulla tutela ambientale del litorale di Ostia e sulla pianificazione dell’utilizzo delle spiagge: ecco le proposte di assessori e consiglieri

Ostia – L’Associazione Mare Libero ha incontrato ieri, 1 dicembre, assessori e consiglieri del Municipio X, invitati ad una tavola rotonda su alcuni temi cruciali per il territorio, quali la tutela ambientale del litorale e la pianificazione dell’utilizzo delle spiagge.

Sono intervenuti gli Assessori Angela Mastrantoni (Cultura, Scuola e Politiche giovanili) e Guglielmo Calcerano (LL.PP. e Patrimonio), con i Consiglieri Margherita Welyam, Raffaele Biondo e Valerio Facchinelli. L’incontro, svoltosi nella sede del Centro Comunitario T&T di Via Casana, realizzato in alcuni locali confiscati alla mafia e messo a disposizione del quartiere, è stato interessante e proficuo e ha evidenziato alcune delle numerose criticità non ancora affrontate dal Municipio.

L’Associazione Mare Libero ha sottolineato come sia necessario inquadrare il tema ambientale in modo sistemico su tutto il territorio, dove le dinamiche delle spiagge, del Tevere e della rete dei canali di bonifica si intrecciano e si influenzano a vicenda.

La’assessora Mastrantoni, evidenziando come dalla struttura territoriale del Municipio ne derivi anche l’identità culturale, ha auspicato un approccio organico alla tutela ambientale, in una simbiosi tra il litorale e l’entroterra. Per l’utilizzo delle spiagge, inoltre, si è espressa a favore di strutture leggere, che possano conciliare tutela ambientale e piena fruibilità dei cittadini.

L’Assessore Calcerano si è detto preoccupato dell’eventualità che il Piano di Utilizzo degli Arenili della Capitale non venga approvato nel termine previsto dalla normativa regionale, ossia 180 giorni dall’entrata in vigore del PUA regionale, e ha espresso l’auspicio che in occasione dell’adozione di questo strumento di pianificazione si recuperi un adeguato percorso partecipato con la cittadinanza, sinora mancato, che tenga conto anche delle numerose osservazioni svolte dall’Associazione Mare Libero.

La Consigliera Welyam, a tal proposito, ha evidenziato la complessità della sfida per raggiungere il comune obiettivo di realizzare quanto previsto dal PUA regionale, in termini di visibilità ed accessibilità del mare, nonché per eliminare gli abusi che si sono stratificati negli anni. In tal senso ha proposto di stilare una lista di priorità di azioni da mettere in pratica da subito.

Il Consigliere Biondo, infine, ha evidenziato l’eccessivo consumo di suolo nel Municipio, dove secondo il Piano Regolatore Generale molte aree risultano ancora edificabili. Per le spiagge in particolare, ha esortato tutti gli attori del territorio, istituzionali e sociali, ad un impegno comune per ridisegnare il lungomare, con l’abbattimento graduale delle strutture più ingombranti, ormai alla mercé delle mareggiate, e per modelli di gestione innovativi e sostenibili, che offrano un servizio di balneazione meno invasivo e più rispettoso dell’ecosistema.

L’incontro si è chiuso con l’auspicio di poter proseguire nel dialogo fattivo e propositivo tra cittadini e Istituzioni, l’unico che possa garantire un efficace e condiviso funzionamento della amministrazione di prossimità.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio