Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Stagni di Ostia, due tonnellate di “botti” nascosti in un capannone sotto sfratto foto

Contenevano quasi tre quintali di materiale esplosivo ed erano appoggiati a strumenti elettrici altamente infiammabili

Ostia – Due tonnellate di fuochi d’artificio a rischio esplosione. E’ quanto hanno rinvenuto gli agenti del X Distretto Lido durante l’esecuzione di uno sfratto in via Giuseppe Micali, in zona Stagni di Ostia.

fuochi d'artificio capannone stagni di ostia

I fuochi d’artificio, stoccati in maniera approssimativa in scatole di cartone all’interno di un capannone, contenevano circa 281 chilogrammi di QUEN, pericoloso materiale esplosivo. Alcuni erano addirittura appoggiati accanto a materiali elettrici e chimici altamente infiammabili: una situazione che ha reso necessario anche l’intervento degli artificieri della Questura di Roma, accorsi sul posto.

Acquistati regolarmente da una nota azienda del settore, i fuochi pirotecnici erano pronti ad essere rivenduti in vista delle prossime festività natalizie, e avrebbero fruttato ai loro possessori ben 100mila euro. Tutto il materiale esplodente è stato sequestrato dalla Polizia di Stato, e sia il locatario della struttura che l’acquirente sono stati denunciati per averlo depositato in una struttura priva di autorizzazione, di sistema antincendio e di sistema di videosorveglianza.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Ostia X Municipio