Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Erba legale: cos’è, quando usarla, quanto costa? Tutto quello che c’è da sapere in una guida per principianti

L’assunzione di erba legale, cioè, può risultare “terapeutica” in molti casi – anche se non va fatta confusione tra la cannabis light e la cannabis terapeutica – se naturalmente associata a uno stile di vita sano, i necessari controlli di routine e le eventuali cure concordate con medici e specialisti.

Più informazioni su

Il consumo di cannabis light si è fatto negli anni sempre più consistente anche in Italia: per chi non conoscesse ancora questo mondo ecco, allora, una breve guida all’erba legale con tutto quello che c’è da sapere su differenze con la marijuana, proprietà, utilizzi, dove acquistarla, a che prezzi.

Una guida essenziale all’erba legale

Partiamo dall’inizio: cos’è l’erba legale e in cosa si differenzia dall’erba propriamente detta? Anche la cannabis è un estratto naturale della canapa: in genere è ottenuto, però, da varietà di canapa come la Sativa che contengono basse concentrazioni di THC, il cannabinoide considerato responsabile dei principali effetti psicotropi della marijuana, in genere fino a un massimo dello 0.6%. Al contrario è molto alta qui la concentrazione di cannabidiolo (o CBD), un altro cannabinoide in grado di interagire per via ormonale con il sistema endocannabinoide umano e responsabile per questo di una serie di effetti benefici sull’organismo.

Se c’è una ragione per cui, nel tempo, l’erba legale è diventata così di successo è del resto per come può dare sollievo rispetto a disturbi piuttosto comuni come dolori e infiammazioni da trauma, ansia e stress e conseguenti problemi col sonno, disturbi gastrointestinali sia occasionali e sia cronici, affezioni della pelle inclusa l’acne e via di questo passo. L’assunzione di erba legale, cioè, può risultare “terapeutica” in molti casi – anche se non va fatta confusione tra la cannabis light e la cannabis terapeutica – se naturalmente associata a uno stile di vita sano, i necessari controlli di routine e le eventuali cure concordate con medici e specialisti.

Il suo consumo è davvero legale? La legge a cui far riferimento in Italia può dare adito a qualche dubbio che, però, è stato chiarito negli anni da diversi interventi della Cassazione. Se c’è chi ha provato a sostenere che la cessione – e cioè la vendita – anche di cannabis light è vieta all’infuori dello scopo collezionistico, la giurisprudenza è intervenuta a chiarire che fatto salvo i casi in cui non se ne possa escludere la reale efficacia drogante anche il consumo di erba legale è lecito. Anche a voler andare contro mosse come quella dell’ONU che ha chiesto di escludere la cannabis tutta dalle tabelle delle sostanze droganti, insomma, non si può pensare che concentrazioni così basse di THC possano avere effetti psicotropi.

Che il consumo di erba legale sia lecito in Italia lo suggerisce, per altro, anche il proliferare di cannabis shop nella maggior parte di città italiane: sono davvero il posto migliore dove comprare la cannabis light? Spesso online e su siti come cbdtherapydelivery.it l’assortimento è maggiore, così come maggiori sono le possibilità di risparmio su ordini di un certo valore o grazie a promozioni e sconti speciali. Sia che si opti per acquistare cannabis light online e sia che ci si rivolga a un franchising CBD, però, sarebbe meglio dubitare di prezzi troppo bassi rispetto alla media di mercato: potrebbero essere “spia” di un prodotto di scarsa qualità, non realizzato secondo gli standard di sicurezza, non proveniente da coltivazioni bio certificate o che non abbia subito lavorazioni delicate che preservino tutte le proprietà organolettiche della canapa. Certo, il prezzo dell’erba legale varia anche sensibilmente a seconda di in che forma la si acquista: dalle infiorescenze ai cristalli, non c’è che l’imbarazzo della scelta anche in questo senso.

Più informazioni su