Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Campioni delle Fiamme Gialle crescono: Ulisse, Capponi e Sartori premiati al Coni

Sezioni giovanili vincenti nel canottaggio e nell’atletica. Matteo Lodo fa da ‘padrino’

Roma – Loro da poco sono entrati a far parte del team dei grandi, ma hanno già in palmares successi molto importanti, delle categorie giovanili. Allora piccole Fiamme Gialle crescono oppure sono già cresciute e attendono di diventare sempre più mature, come i loro idoli della squadra maggiore. Ma ne fanno parte ormai Angelo Ulisse, Matteo Sartori e Emanuele Capponi e per omaggiare le loro medaglie mondiali ed europee conquistate nella classe giovanile, che li hanno proiettati nel mondo senior delle Fiamme Gialle della leggenda, proprio il loro team li ha premiati al Coni.

Lo scorso 10 dicembre a consegnare gli omaggi dello sport gialloverde è stato uno di loro. Come loro appartenente per tanti anni alle squadre giovanili e oggi tra i grandi delle Olimpiadi. Dalle mani di un olimpionico, ai futuri campioni a cinque cerchi allora. Potrebbe accadere se negli anni, i giovani atleti delle Fiamme Gialle vinceranno ancora.

E’ stato dunque Matteo Lodo a premiare le sezioni giovanili, in occasione del saluto annuale con la stampa e della presentazione del nuovo calendario 2022, con immagini di campioni gialloverdi che accompagneranno con le loro gesta ed emozioni gli amanti dello sport italiano e di quello delle Fiamme Gialle. Magari un giorno ci saranno anche Ulisse, Capponi e Sartori nel calendario. Sicuramente c’è stato anche Lodo. Campione mondiale nel 4 senza di canottaggio e due volte bronzo alle Olimpiadi. L’ultima volta è salito sul podio proprio a Tokyo, insieme a Giuseppe Vicino (atleta gialloverde), Matteo Castaldo e Marco Di Costanzo (delle Fiamme Oro). e allora l’emozione è stata speciale per tre giovani atleti gialloverdi che sognano di emulare, non solo Lodo, ma anche i campioni del team senior.

Intanto hanno ricevuto i giusti applausi Angelo Ulisse, bronzo in staffetta nella 4×100 agli Europei under 20 di Tallin (già primatista italiano dei 100 categoria allievi), insieme ai canottieri Emanuele Capponi e Matteo Martori, rispettivamente vincitore dell’oro nel ‘quattro con’ ai Campionati Europei under 23 e dell’argento nel ‘quattro di coppia’ ai Campionati Mondiali under 23.

Dai grandi dello sport ai futuri grandi (già titolari meritevoli alle Fiamme Gialle), ancora giovani e pieni di sogni da avverare. Intanto promettono probabilmente bene, se nella scorsa estate sono saliti su podi prestigiosi. Nell’atletica e nel canottaggio le medaglie olimpiche sembrano già germogliare.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport