Seguici su

Cerca nel sito

Mondiali di calcio ogni due anni: impatto economico negativo, ma tifosi favorevoli

Report della Fifa: “Lunghi periodi di inattività nei campionati, per le qualifiche delle nazionali”

Più informazioni su

Un sondaggio tra i tifosi di calcio conferma che ogni due anni, si possano svolgere i Mondiali. Emozioni uniche che si rinnoverebbero entro poco tempo e ogni poco tempo, per entusiasmare folle e appassionati.

La maggioranza dei tifosi secondo la Fifa è d’accordo. L’altra faccia della medaglia sono gli impegni delle Nazionali e il calendario olimpico. Per entrambi questi universi il parere resterebbe negativo, come negativo potrebbe essere l’impatto economico. Evidentemente troppo dispendio e troppo poco tempo per recuperare denaro dagli investimenti che verrebbero fatti. Almeno per le Federazioni Nazionali Europee il torneo sarebbe da sconsigliare. I ricavi potrebbero diminuire tra i 2,5 e i 3 miliardi di euro su un ciclo di 4 anni, a seconda del numero di finestre di qualificazione. Come fa sapere la nota della Fifa.

“L’obiettivo annunciato di alleggerire ai giocatori il calendario calcistico è in contrasto con il raddoppio delle fasi finali, dato che ogni stagione si concluderebbe con un Mondiale o un campionato specifico di una confederazione – si legge nel report -. Tornei di tale intensità non possono essere ripetuti ogni anno senza aumentare il logorio mentale e fisico dei giocatori, che in realtà si troverebbero a giocare anche più di un torneo a stagione, se tutte le partite di qualificazione andassero in scena in uno o due lunghi blocchi. Aumentando il numero di fasi finali e riducendo le qualificazioni, i giocatori con i calendari più intensi giocherebbero ancora di più, lasciando tutti gli altri con meno gare nel loro calendario calcistico. Lo stesso accadrebbe alle loro squadre nazionali. Le squadre che non raggiungono le fasi finali nello schema proposto, non solo giocherebbero meno partite in totale, ma perderebbero il contatto regolare con la loro fan-base a causa dei lunghi periodi di inattività”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

 

Più informazioni su