Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Marta Bassino ritrova il sorriso: è seconda nel gigante di Courchevel

L’azzurra torna sul podio, dopo un opaco inizio di stagione: "Felicissima". Prossima tappa il 29 dicembre

Una splendida Marta Bassino è tornata sul podio nel secondo gigante, recupero di quello cancellato a Killington, in programma nella tappa di Coppa del Mondo femminile a Courchevel, in Francia.

La sciatrice di Borgo San Dalmazzo (Cn), dopo un inizio di stagione opaco nella specialità a lei più congeniale, ha messo in scena una strepitosa seconda manche, liberando la sua sciata, consentendole così di issarsi al terzo posto con il tempo complessivo di 2’13″63, a 60 centesimi di distacco dalla prima posizione. Diciottesimo podio nel massimo circuito per la 25enne appartenente al Centro Sportivo Esercito, vincitrice la scorsa stagione della Coppa del Mondo di gigante.

Prima posizione appannaggio della svedese Sara Hector, seconda vittoria in carriera a sette anni di distanza dalla prima, che ha fissato il cronometro sul 2’13″03. Alle sue spalle la statunitense Mikaela Shiffrin, al 114esimo podio in Coppa del mondo, attardata di 35 centesimi.

Federica Brignone, l’unica altra azzurra in gara nella seconda manche, non ha terminato la sua prova: la campionessa valdostana, settima alla fine della prima run, ha pagato un errore sul muro che l’ha estromessa dalla competizione. Non erano riuscite a superare la fase di taglio in mattinata Roberta Melesi 36esima, Ilaria Ghisalberti 42esima e Vivien Insam 47esima, out durante la prima run Sofia Goggia, Elena Curtoni e Karoline Pichler.

Classifica generale che vede Mikaela Shiffrin in prima posizione a 750 punti, seguita da Sofia Goggia a 635 punti e Petra Vhlova a 342. Nella specialità comanda sempre Shiffrin (280 punti), seguita da Sara Hector (202) e Petra Vhlova (155 punti).

Prossimo appuntamento con la Coppa del Mondo femminile martedì 28, con un gigante, e mercoledì 29 dicembre, con uno slalom, sulle nevi austriache di Lienz.

“Un podio che vale davvero tanto – dice la Bassino –  sono molto contenta avevo bisogno di un risultato del genere dopo un inizio stagione con due cadute. Già dopo la prima manche ero felice di aver ritrovato un po’ di scioltezza nella sciata, quindi ho cercato di concentrarmi per fare un’altra manche ben fatta che mi ha mandato sul podio, regalandomi tanta consapevolezza. Posso giocarmela tutte le volte: dopo la giornata di ieri ero tanto giù, molto arrabbiata, però sono contenta di come sono riuscita a reagire oggi e mi dimostra che sono lì, a potermela giocare tutte le volte, migliorando per sciare ancora più forte. Oggi mi è piaciuto l’atteggiamento di tutta la giornata, partendo dalla prima manche per come sono riuscita a gestire il tutto, cercando di cancellare quello che era stato aggrappandomi alla mia sciata e ha pagato. Il 2021 è stato un anno emozionante, pieno di cose positive come la medaglia iridata e la Coppa del mondo di gigante, ma anche le tante gare e questo podio: una grande anno che porterò nel cuore per tutti i bei momenti”. (fisi.org)

(foto@fisi.org)

Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport