Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

La favola di Marcell Jacobs: l’oro nei 100 e il primo titolo olimpico italiano

L’azzurro oro agli Europei al coperto e poi ai Giochi Estivi. La falsa partenza immobile e il traguardo glorioso..

E’ cominciato tutto da quella falsa partenza non effettuata. Mentre Kerley e De Grasse partivano verso il traguardo, ingannati da uno sparo dello starter e dalla tensione della finale dei 100 metri, Marcell restava fermo sui blocchi. L’unico a non muoversi. Ed alcuni attenti forse se lo sentivano. Era arrivato il momento della storia, finalmente. Attento e concentrato e anche tranquillo (come lui stesso poi ha raccontato dopo il trionfo) Marcell non si è mosso, dimostrando nervi saldi. E non semplice in una finale olimpica dei 100 metri, la distanza regina ai Giochi. Hanno cominciato a battere i cuori dei tifosi italiani, aspettando il sogno e intravedendolo.

(foto@Colombo/Fidal)

Pochi secondi dopo ecco la gara ufficiale con partenza ufficiale che ha fatto il giro del mondo. Jacobs scattava dai blocchi dei 100 allo Stadio Olimpico di Tokyo. Veloce, velocissimo verso la leggenda. Primo davanti agli avversari stupiti e umiliati. Tutti dietro. L’Italia davanti a tutti. Jacobs campione olimpico a 9”80. Nuovo record italiano siglato a meno 15 centesimi rispetto a quello ottenuto a Savona due mesi prima e nuovo primato europeo. Incredibile, impossibile da credere. Da vedere anche.. mentre Gimbo lo abbracciava pazzo di gioia (dopo la sua conquista olimpica dell’oro nell’alto), mentre l’Italia esultava pazza di felicità. Il campione olimpico dei 100 metri era italiano. Mai accaduto prima nella storia dello sport nazionale. Un atleta prorompente, forte, veloce e potente. Arrivato da una stagione indoor altrettanto incredibile. In quell’Europeo al coperto di Torun della primavera precedente, Gimbo metteva deluso un argento al collo nell’alto, ma lo stesso Jacobs vinceva l’oro continentale con 6”47 nei 60 metri. Un tempo straordinario, che ha dato il via poi al nuovo record italiano di 9”95, liscio fino al titolo olimpico.

Lorenzo Patta, Marcell Jacobs, Fausto Desalu e Filippo Tortu alle Olimpiadi

Dritto verso la leggenda di un anno 2021 coronato da medaglie storiche. Jacobs Re su tutti e guida dell’Italia Team trionfante nei dodici mesi che volgono al termine. Lui in copertina, come immortalato King dei 100 metri su Vanity Fair. Fisico statuario e bandiera tricolore a cingere il corpo quasi nudo. Corona in testa e sorriso ammiccante. Il migliore di tutti. L’Italia è campionessa olimpica dei 100 metri.

(fotocopertina@Colombo/Fidal)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport