Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Covid, in Italia obbligo vaccinale per gli over 50. Draghi: “Interveniamo per salvare vite”

Il Premier spiega il nuovo decreto: "I provvedimenti di oggi vogliono preservare il buon funzionamento delle strutture ospedaliere e mantenere aperte scuole e attività economiche"

Roma – “Interveniamo per salvare vite”, “vogliamo frenare la crescita della curva dei contagi e spingere gli italiani che ancora non si sono vaccinati a farlo”. Lo ha detto il premier Mario Draghi nel suo intervento introduttivo al Cdm di oggi, che ha varato un decreto legge con le nuove misure di contenimento del Covid. La nuova stretta prevede il Super green pass per gli over 50 sul posto di lavoro e l’obbligo vaccinale per chi ha superato la soglia dei 50 anni ed è senza lavoro.

“I provvedimenti di oggi vogliono preservare il buon funzionamento delle strutture ospedaliere e, allo stesso tempo, mantenere aperte le scuole e le attività economiche” ha sottolineato il presidente del Consiglio.

“Interveniamo in particolare – ha spiegato – sulle classi di età che sono più a rischio di ospedalizzazione per ridurre la pressione sugli ospedali e salvare vite”.

IL DECRETO

Il decreto che ha avuto il via libera del Consiglio dei ministri prevede il Super green pass per gli over 50 sul posto di lavoro e l’obbligo per chi ha superato la soglia dei 50 anni ed è senza lavoro. Dal testo è invece venuta meno la misura che prevedeva di esibire il passaporto vaccinale rafforzato per accedere a servizi e negozi, dopo l’alzata di scudi in Cdm della Lega.

Per andare in banca, dal parrucchiere o dall’estetista o nei centri commerciali sarà comunque necessario il green pass semplice, ovvero l’obbligo – finora non previsto – di essere vaccinati, guariti o in possesso dell’esito di un tampone negativo. Il Consiglio dei ministri a Palazzo Chigi è terminato dopo circa due ore e mezzo. (fonte Adnkronos)