Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Djokovic si allena, aspettando la decisione finale dell’Australia: “Resto concentrato sugli Open”

Arriverà nelle prossime ore la sentenza del Ministro per l’Immigrazione sulla permanenza del tennista nel Paese

Melbourne - La difesa senza limiti della famiglia, l’appoggio della Serbia e dei suoi tifosi, insieme alla sentenza arrivata ieri notte, favorevole, dal giudice dello Stato di Victoria danno nuove linfa vitale a Novak Djokovic. Il tennista numero uno al mondo può restare in Australia e giocare, probabilmente gli Australian Open. Il condizionale è ancora marcato in questa lunga vicenda, che da argomento sportivo si è vestito anche dei contorni di un caso politico.

Il visto ritirato e mai concesso dall’Australia a lui, che da sempre si è detto ‘no vax’. La mancata o parziale spiegazione del motivo dell’esenzione medica e poi il Covid avuto a dicembre (come hanno dichiarato  i suoi legali) con foto girate sul web di Nole che ha partecipato da quella data del contagio ad eventi sportivi. Ancora ci sono da chiarire molte cose. L’Australia si oppone come Stato unitario e ancora la conferma della permanenza nel Paese ad una persona no vax non è arrivata. Mentre accade tutto questo intorno all’universo sportivo di Nole, lui si allena e cerca di concentrarsi per gli Australian Open del record. Solo nove le vittorie conquistate per Djokovic. ‘Solo nove’.

Già uno straordinario primato per il campione di tennista pluridecorato. Punta alla decima conquista il serbo e attende che il Ministro dell’Immigrazione dell’Australia si pronunci a favore. Intanto ringrazia il giudice di Victoria per il permesso concesso: “Lieto e grato che il giudice abbia annullato la cancellazione del visto. Nonostante tutto quello che è successo, voglio restare e provare a competere agli Australian Open. Rimango concentrato su quello. Sono volato qui per giocare in uno degli eventi più importanti al mondo, di fronte ai fantastici fan. Per ora non posso dire di più, ma GRAZIE per essere stati con me durante tutto questo e incoraggiarmi a rimanere forte”. Il messaggio arriva diretto e accorato dalla sua pagina ufficiale Instagram.

La competizione inizierà il prossimo 17 gennaio, con tennisti di valore mondiale già arrivati a Melbourne. Si allena Nole a porte chiuse alla Rod Laver Arena, affiancato dal suo coach Goran Ivanisevic. Che sin dal primo momento lo ha difeso in questa vicenda.

Il Faro online - Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Novak Djokovic (@djokernole)