Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Tamponi a Fiumicino, controlli e misure per volare da e per Roma

n Italia dal 14 dicembre è permesso l’accesso ai soli viaggiatori con prova di tampone negativo, antigenico effettuato entro le 24 h e PCR realizzato entro le 48 h precedenti il viaggio.

Più informazioni su

A fronte dei nuovi risvolti della pandemia, le disposizioni sui viaggi continuano a cambiare, ma non per questo impediscono ai viaggiatori di partire.

Questi cambiamenti si riflettono anche sull’aeroporto di Roma – Fiumicino “Leonardo Da Vinci”, che proprio in questi giorni ha dovuto gestire l’elevato volume di passeggeri del periodo natalizio, oltre alle nuove misure emanate dal Governo.

In Italia dal 14 dicembre è permesso l’accesso ai soli viaggiatori con prova di tampone negativo, antigenico effettuato entro le 24 h e PCR realizzato entro le 48 h precedenti il viaggio. L’obbligo riguarda tutti, ma si noti comunque che la finestra di validità dei test Covid-19 è però dimezzata rispetto ad altri Paesi europei.

L’obbligo di tampone è stato adottato anche da altri Paesi europei, tra cui Svizzera, Danimarca, Grecia, Repubblica Ceca, Portogallo, Norvegia, Austria.

Insomma, non c’è da meravigliarsi se l’emergenza Coronavirus e le nuove misure hanno portato a una riorganizzazione dei servizi all’aeroporto romano.

Vediamo insieme quali sono, per non partire o arrivare a Fiumicino impreparati.

Si può fare il tampone all’aeroporto di Fiumicino

Grazie alla collaborazione tra Aeroporti di Roma e l’istituto Lazzaro Spallanzani, è possibile sottoporsi a tampone presso l’aeroporto di Fiumicino.

L’accesso al servizio è riservato (oltre che allo staff aeroportuale) ai viaggiatori in possesso di regolare carta d’imbarco, quindi in partenza o in arrivo a Fiumicino.

È possibile prenotare la propria seduta dal sito dell’aerostazione: https://www.adr.it/form-preaccettazione. Gli orari di ricevimento sono: dalle h 00:01 alle 19:00 per i test antigenici; dalle h 08:00 alle 16:00 per i molecolari PCR.

L’area tamponi è stata predisposta nell’area arrivi del Terminal 3 ed è accessibile sia dall’interno che dall’esterno della struttura.

Infine, è importante sapere che le istituzioni si sono adoperate per mantenere dei costi contenuti: € 20 per test antigenico e € 68,88 per PCR molecolare.

Dopo aver prenotato un appuntamento, è possibile pagare direttamente in aeroporto con carta di credito e metodi contactless.

Tamponi drive-in al parcheggio Lunga Sosta

Presso il parcheggio Lunga Sosta ufficiale di via Antonio Zara snc di Fiumicino c’è anche il centro tamponi drive-in allestito dalla Regione Lazio. L’area è raggiungibile anche in navetta dai terminal.

Questo servizio è accessibile esclusivamente dietro prenotazione sul sito della Regione. Il test antigenico rapido viene somministrato solo ai possessori di prescrizione medica, mentre il PCR molecolare è disponibile anche per i pazienti privi di prescrizione, ma comunque con prenotazione.

All’aeroporto Da Vinci c’è anche l’area Vax&Go

A Fiumicino aeroporto anche un hub vaccinale. Si trova nell’area Partenze del Terminal 1 e si chiama Vax&Go.

Nasce per rispondere all’esigenza di vaccinazione da parte dei passeggeri muniti di tessera sanitaria italiana o europea, o titolari di una prenotazione presso un altro centro vaccinale. Ovviamente possono accedere anche gli operatori aeroportuali.

Aperta ogni giorno, l’area vaccini è operativa dalle h 08:00 alle 19:00. Propone vaccini Moderna e Pfizer RNA messaggero. Qui è possibile richiedere la prima, seconda o terza dose.

Quali gli effetti della riorganizzazione? Vie d’ingresso e d’uscita

Ci sono molti aspetti da considerare, quando c’è in programma un passaggio presso l’aeroporto di Roma Fiumicino. Vediamo i più importanti.

L’area Partenze del Terminal 1 è stata spostata: non si trova più di fronte al parcheggio breve sosta, dal momento che attualmente ospita il centro vaccinale.

Quindi, per chi parte dal Terminal 1, l’ingresso è ubicato alla porta n. 6 situata nell’area del Terminal 3.

Molte vie di uscita e di ingresso sono state momentaneamente chiuse per favorire i controlli da parte delle autorità. Per questo, dovendo uscire dal Terminal dopo essere atterrati, è molto probabile che si debba camminare a lungo per dirigersi verso le uscite abilitate.

Dove si può parcheggiare a Fiumicino?

L’offerta di parcheggi Fiumicino non è cambiata di molto negli ultimi tempi, ma occorre considerare che buona parte del parcheggio Lunga Sosta è occupata dai servizi dedicati ai tamponi ma anche dall’hub vaccinale della Regione Lazio.

Quindi, il parcheggio dei vacanzieri è tuttora disponibile ma con capienza ridotta. In alternativa è possibile valutare o il parcheggio multipiano (A-B-C-D) o i parcheggi privati situati poco fuori la viabilità aeroportuale.

In ogni caso, si può verificare la disponibilità di parcheggio a tariffe convenienti facendo una ricerca online, o utilizzando comparatori di prezzi come Vologio.

Come funzionano i controlli dentro l’aerostazione?

La prima cosa da sapere è che in aeroporto e sui voli si circola esclusivamente con mascherina FFP2 senza valvola, pena l’impossibilità di viaggiare.

Poi, una volta dentro l’aeroporto è indispensabile tenere sempre a portata di mano carta d’imbarco, documento d’identità e Green Pass, perché i controlli vengono effettuati ripetutamente.

Anzitutto c’è il controllo della temperatura corporea effettuato dai termo scanner, mentre i viaggiatori si spostano per i corridoi della stazione.

Subito dopo seguono i controlli di rito al check-in. Se si è diretti in uno Stato che richiedere l’obbligo di tampone, questo è il momento di mostrarlo.

Bisogna prestare molta attenzione anche al momento in cui è stato effettuato il tampone, perché gli operatori effettuano controlli molto scrupolosi anche della finestra temporale di validità.

Dopodiché si accede ai controlli di sicurezza, dove tendenzialmente non vengono verificati i titoli di viaggio, ma è consigliabile comunque tenersi pronti per eventuali controlli a campione.

Una volta arrivati al gate, in fase di imbarco, il personale dell’aeroporto di Fiumicino controlla di nuovo: temperatura corporea, questa volta esaminando i passeggeri uno per uno; Green Pass ed eventuali risultati di tamponi; titolo di viaggio e documenti d’identità; possesso della mascherina FFP2.

I passeggeri che atterrano a Fiumicino, invece, possono aspettarsi il controllo a campione del Covid test negativo effettuato entro le 24 ore precedenti se antigenico o entro le 48 ore precedenti se PCR.

Considerata la riorganizzazione messa in atto all’aerostazione, è sicuramente consigliabile di pianificare accuratamente il proprio transito all’aeroporto di Fiumicino, ricordando di prevedere lunghe procedure in entrata, e tempi di uscita superiori alla media.

Dunque, viaggiare resta possibile… prestando attenzione non solo alle disposizioni, ma anche alle buone pratiche e utilizzando il buonsenso.

Più informazioni su