Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Latina, massacra di botte la suocera fino ad ucciderla: arrestato 44enne

La figlia, rientrando in casa, aveva trovato la madre agonizzante e con chiari segni di lesioni da trauma

Latina – Nella serata di ieri, 14 gennaio 2022, gli agenti della squadra mobile e della squadra volante hanno tratto in arresto un 44enne di origini siciliane, già noto per avere a suo carico alcuni precedenti di polizia. L’uomo è indagato per le gravissime lesioni cagionate alla suocera, lesioni che, nella tarda serata di ieri, hanno portato al decesso della donna con conseguente aggravamento della propria posizione.

I fatti si sono svolti all’interno di un appartamento nella periferia del capoluogo, dove dimorava la vittima: nel pomeriggio di ieri la figlia di quest’ultima rientrando in casa aveva trovato la madre agonizzante e con chiari segni di lesioni da trauma. In casa aveva, inoltre, trovato il suo compagno che non ha saputo riferire in quella circostanza le cause che avevano causato il ferimento della donna.

Chiamati immediatamente i soccorsi la donna è stata trasportata in ospedale e sottoposta ad un delicato intervento chirurgico per rimuovere un vasto ematoma cerebrale, ma nonostante gli sforzi profusi dai sanitari, la donna è deceduta poche ore dopo. Gli agenti della squadra mobile e della squadra volante, che nel frattempo si erano recati nell’appartamento della vittima al fine di acquisire elementi utili alla ricostruzione dei fatti, hanno subito l’agitata reazione dell’attuale indagato, che peraltro rifiutava di aderire all’invito degli agenti affinché indossasse la mascherina anti-Covid, tanto che in conseguenza della resistenza opposta ai pubblici ufficiali è stato condotto in Questura.

All’esito delle prime indagini emergevano gravissimi indizi di colpevolezza in capo al quarantaquattrenne, il quale avrebbe percosso la donna, per motivi ancora non chiari, sino a farla rovinare per terra, così procurandole le gravi lesioni che poi ne avrebbero causato la morte. Le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Latina, sono tuttora in corso al fine di ricostruire l’intera vicenda. L’uomo si trova in stato di arresto a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Latina
ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.
ilfaroonline.it è anche su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con solo le notizie di Latina, clicca su questo link