Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Melandri prende il Covid volontariamente: uno sponsor lo abbandona

Il pilota si scusa per le dichiarazioni mal interpretate, ma non basta. Sibilia: “Indagheremo sulla vicenda”

Più informazioni su

Se gli sponsor di Djokovic sembrano tacere sulla vicenda del tennista no vax, non accade la stessa cosa per Marco Melandri. Dopo le dichiarazioni del motociclista, ex MotoGp, a Men On Wheels circa le quali, ha affermato di aver preso volantariamente il Covid per ottenere il Green Pass per esigenze lavorative. (leggi qui)

In seguito alle reazioni alle sue parole, ieri Melandri aveva fatto marcia indietro: “Mi trovo di nuovo dentro un uragano enorme, per una frase scherzosa, ironica nata quando mi sono trovato a parlare con una persona negativa che mi ha detto di essere stata a contatto con un positivo. Ho fatto la battuta ‘Prendo il Covid così avrò il Green Pass, lo prendo per necessità’. Non sarei mai andato da qualche parte con qualcuno per contagiarmi, né lo avrei mai consigliato al peggior nemico. Ormai ci sono dentro, mi dispiace se le mie parole sono state mal interpretate”.

Nonostante le sue scuse, uno dei suoi sponsor Trentino Marketing, con il contratto già in scadenza, ha deciso comunque di non rinnovare: “L’accordo con Marco Melandri è scaduto nelle scorse settimane e il rinnovo non è in agenda. Prendiamo le distanze da quanto affermato e comunichiamo che il contratto non è stato confermato per quest’anno. La collaborazione con Melandri – dice Maurizio Rossini, amministratore delegato dell’azienda – ha portato risultati interessanti negli anni scorsi, ma non c’è l’intenzione di rinnovare il contratto in quanto abbiamo intenzione di percorrere altre strade per sviluppare altre sinergie e strategie con l’obiettivo di veicolare l’immagine del territorio”.

Era intervenuto anche il Sottosegretario al Ministero dell’Interno Carlo Sibilia, nelle ore successive alle esternazioni del pilota: “Ringrazio Marco Melandri per l’autodenuncia pubblica. Le forze dell’ordine verificheranno l’accaduto – dice come riporta La Gazzetta dello Sport – al di là dei profili penalistici su cui valuterà l’autorità giudiziaria, il comportamento e il messaggio sono senza dubbio indegni e pericolosi”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

 

Più informazioni su