Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Meteo lunedì: primi segnali di cambiamento in attesa di un fronte freddo previsioni

Previsioni meteo Italia e Lazio 17 gennaio 2022

Più informazioni su

Previsioni meteo Italia

SITUAZIONE. L’anticiclone sub tropicale che ci accompagnerà nel corso del weekend inizierà ad essere insidiato nella sua posizione già dalla giornata di lunedì a causa di un primo impulso di aria fredda che tuttavia non sortirà grandi effetti in termini di precipitazioni in quanto destinato prevalentemente all’area balcanica. A seguire deboli infiltrazioni di correnti fredde relative all’azione di una saccatura artica tra la Scandinavia e l’Europa orientale continueranno a raggiungere la Penisola. Ciò garantirà il ripristino di una condizioni climatica normale dopo le anomalie termiche causate dall’alta pressione sub tropicale. Sarà questo l’indizio che qualcosa andrà cambiando, infatti intorno alla giornata del 20 un impulso di aria artica marittima più importante scenderà dal comparo scandinavo e si dirigerà verso l’Italia. La sua traiettoria è ancora dibattuta dai modelli matematici, tuttavia è abbastanza probabile che avrà un certo effetto sulla Penisola, soprattutto in termini di temperature, previste in netto calo a iniziare da venerdì. Ma andiamo per gradi:

METEO LUNEDI’ 17 GENNAIO. Modesto passaggio di nubi e qualche isolata precipitazione causata dal transito della coda di una perturbazione che raggiungerà le Alpi nella giornata di domenica. Lo scivolamento del fronte verso l’area balcanica stimolerà un po’ di nuvolosità irregolare sulle regioni del medio basso versante adriatico e sul basso Tirreno con qualche isolata precipitazione. Questo comporterà anche un contenuto calo delle temperature e un rinforzo dei venti settentrionali sul basso Adriatico. Altrove non ci saranno sensibili variazioni con una giornata stabile e soleggiata accompagnata da foschie e locali nebbie nei fondi valle.

Evoluzione meteo Lazio

LUNEDI’: L’alta pressione resta protagonista con tempo stabile e asciutto su Toscana, Lazio e Umbria. Da segnalare tuttavia la presenza di nebbie e nubi basse su interne toscane, valli umbre e localmente viterbese, frusinate e valle del Tevere; possibili foschie al mattino anche sul Romano. Venti deboli dai quadranti nord-orientali. Mare da mosso a poco mosso. Temperature senza grandi variazioni; minime prossime allo 0°C nelle valli interne.

Commento del previsore Lazio
L’alta pressione ha ormai inglobato la nostra Penisola, determinando una lunga fase di tempo stabile e asciutto. Ritroveremo quindi cieli tersi ma con tendenza specie da domenica alla formazione di nubi basse e nebbie nella vallate e pianure interne, in particolare sulle coste centro-settentrionali della Toscana, in parziale diradamento diurno. Il tutto accompagnato da un nuovo rialzo termico con valori ancora oltre le medie del periodo, specie in montagna. Temporaneo aumento delle nubi tra 19 e 20 gennaio, con possibili brevi precipitazioni. Probabile l’arrivo di correnti molto fredde ad inizio terza decade di gennaio, ma con clima per ora piuttosto secco e soleggiato.
(Fonte: 3B Meteo)

 

Più informazioni su