Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Latina, beccato con 110 grammi di marijuana: 30enne finisce ai domiciliari

Nell'ambito di un servizio dei carabinieri finalizzato alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanza stupefacente

Più informazioni su

Latina – Proseguono con incisività i servizi di prossimità posti in essere dal Comando provinciale dei carabinieri di Latina finalizzati alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio e al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti, problematica abbastanza diffusa sul territorio e per la quale permane sempre molto alta l’attenzione dei carabinieri.

Nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanza stupefacente, nel corso del quale sono state effettuate diverse perquisizioni personali e domiciliari, i carabinieri della sezione radiomobile del Nor della Compagnia di Latina e del Nucleo investigativo del Reparto operativo di Latina, con il supporto di personale del nucleo carabinieri cinofili di Roma, hanno tratto in arresto in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente un 30enne locale, già noto alle forze dell’ordine.

Nel corso di un controllo effettuato nel pomeriggio di ieri i carabinieri hanno rinvenuto nella sua disponibilità 110 grammi di marijuana con la quale, opportunamente suddivisa, avrebbe creato 60 dosi di mannite, solitamente usata per il taglio della cocaina.

Al termine dell’atto l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e, al termine delle formalità di rito, tradotto nella sua abitazione in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Continueranno con assiduità i controlli di prevenzione svolti dal Comando provinciale dei carabinieri di Latina, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua attività info-investigativa, contattando commercianti e cittadini al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati e assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati, è difatti fondamentale la collaborazione di tutti, non solo degli addetti ai lavori, ma anche della cittadinanza la quale è invitata a segnalare al numero di emergenza 112 qualsiasi situazione dubbia di cui venga a conoscenza.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove si formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Latina
ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.
ilfaroonline.it è anche su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con solo le notizie di Latina, clicca su questo link

Più informazioni su