Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Sabaudia, tra i rifiuti “ballano” oltre 56mila euro

La società che gestiva la raccolta ha presentato ricorso al Tar contro il Comune

Sabaudia – Ha presentato ricordo al Tribunale amministrativo di Latina e si è vista riconoscere il diritto a ricevere il pagamento dei compensi revisionali da parte del Comune di Sabaudia che l’ente stesso ha stimato in poco più di 56mila euro.

E’ stata la ditta che gestito il servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani e della nettezza urbana a presentare ricorso al giudice amministrativo per vedersi riconosciuti i compensi revisionali nei periodi compresi tra il 1 giugno del 2006 e il 28 febbraio 2019 e dal 1 marzo 2020 e il 15 dicembre 2020., chiarendo che si tratta di lassi temporali nei quali le è stato prorogato l’incarico a occuparsi della gestione dei rifiuti.

Il giudice amministrativo si è dapprima soffermato sulla differenza tra rinnovo e proroga, specificando che nel primo caso c’è una rinegoziazione dei termini del contratto, nel secondo vi è il differimento del termine finale del rapporto originale. E il Tar ha ritenuto di trovarsi nel caso di “proroghe con ovvie ricadute in termini di compenso revisionale”.

Un importo che dovrà essere calcolato dall’Ente in base a criteri specifici indicati dal Collegio giudicante: “Il 65 per cento del prezzo dell’appalto e il 35 per cento secondo le variazioni Ista foi”.

Insomma il Comune di Sabaudia, secondo il giudice amministrativo, deve pagare i compensi provvisionali alla società, oltre alle spese di giudizio, sempre che non decida di impugnare la sentenza, affidando la decisione al Consiglio di Stato.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sabaudia
ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.
ilfaroonline.it è anche su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con solo le notizie di Sabaudia, clicca su questo link