Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Dramma a Pomezia, operaio cade dal tetto e precipita per 5 metri: morto sul colpo

Aveva 65 anni e stava lavorando in un capannone industriale

Pomezia – Un operaio è morto ieri pomeriggio in un incidente sul lavoro in un capannone industriale a Pomezia. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pomezia e il personale della sicurezza sul lavoro della Asl.

Da una prima ricostruzione, era in corso l’allestimento di una cella frigorifera e l’operaio si trovava sul tetto quando, per cause in corso di accertamento, è caduto. L’uomo, che aveva 65 anni, è morto sul colpo dopo un volo di cinque metri. (fonte: Adnkronos)

Desidero fare a nome mio e delle Regione Lazio le condoglianze alla famiglia dell’operaio di 65 anni morto ieri pomeriggio in un capannone industriale a Pomezia, vicino Roma mentre era in corso l’allestimento di una cella frigorifera e l’operaio che si trovava su un tetto è caduto, morendo sul colpo. Dall’analisi dei dati infortunistici del Lazio, emerge che per quanto concerne gli incidenti mortali la caduta dall’alto ha un’incidenza elevata e dopo ampio confronto con le Parti sociali e le Istituzioni coinvolte, abbiamo redatto e approvato all’inizio di quest’anno il Vademecum ‘Cadute dall’alto’. Si tratta di un documento che ha la finalità di promuovere l’applicazione di una serie di azioni e di misure volte alla prevenzione del fenomeno degli infortuni nel settore dell’edilizia.

Così l’assessore al Lavoro della Regione Lazio, Claudio Di Berardino, che aggiunge: “Come Regione continuiamo a lavorare ed è già prevista per l’inizio della prossima settimana una riunione del Tavolo Salute e Sicurezza per definire un Protocollo sulla contrattazione preventiva relativa all’ organizzazione del lavoro in sicurezza”.