Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Stazione di Santa Palomba, terra di nessuno: pendolari in balìa di vandali e degrado fotogallery

Macchinette fuori servizio, atti vandalici, nessuna sala d'attesa e binari invasi dai rifiuti: il dramma dei pendolari di Santa Palomba

Pomezia – Atti vandalici, parcheggi piccoli, erbacce, macchinette fuori servizio, nessuna sala d’attesa, binari colmi di rifiuti. Versa in pessime condizioni la stazione di Santa Palomba, a Pomezia.

Condizioni che vanno avanti da anni in questa stazione che, nonostante le numerose richieste da parte di cittadini e politici, non riesce ad offrire ai suoi pendolari uno spettacolo meno desolante di quello attuale. Purtroppo però, per chi deve recarsi a Roma, non c’è un’alternativa migliore, dato che da questa fermata si può raggiungere la Capitale in soli 20 minuti.

Il classico esempio di quando il viaggio sui mezzi pubblici non è più solo una comodità ma anche una preoccupazione. Lasciare la macchina nel piazzale antistante della stazione è rischioso per chiunque: molti preferiscono pagare il parcheggio custodito della zona, altri devono sperare di ritrovarla integra al ritorno. Furti e danneggiamenti infatti sono all’ordine del giorno. Tanto ha fatto il Comitato pendolari Pomezia per farsi ascoltare dai piani alti, ma ad oggi la stazione versa nello stesso degrado di anni fa.

Gli atti vandalici però non sono l’unico problema: non esistono servizi commerciali per i pendolari se non un piccolo chiosco mobile all’entrata della stazione senza alcun riparo per chi vuole prendere un caffè, i rifiuti invadono i binari e il sottopassaggio lontano dagli occhi di tutti è il luogo “ideale” per la microcriminalità. La sala d’attesa è perennemente chiusa al pubblico e in pieno inverno le persone sono costrette ad aspettare il treno nel freddo e nella pioggia.

La stazione dovrebbe essere uno dei biglietti da visita principali della città. Da qui provengono i turisti, che appena arrivano non possono fare a meno di notare le macchinette dei biglietti fuori servizio, lo schermo con le tratte malfunzionante, che non permette di vedere il numero del treno e il binario; per non parlare delle scale spaccate e delle profonde crepe su tutto il cemento. Tanti i progetti decantati negli anni, ma i cittadini di Ardea e Pomezia pagano per un servizio che gli viene offerto a metà.

Bando periferie, partono i lavori ma i dubbi restano

Dopo anni di attesa sono partiti da pochi giorni i lavori nel quartiere di Santa Palomba, finanziati grazie al Bando Periferie di Città Metropolitana di Roma Capitale per un totale di 8 milioni di euro. Ad annunciarlo è stato il sindaco Adriano Zuccalà, che ha garantito una trasformazione dell’intero quartiere che lo renderà “più sicuro, più sostenibile e più vivibile, per i residenti che vi abitano, per i migliaia di pendolari che utilizzano quotidianamente la stazione ferroviaria e per le numerose aziende che insistono sul territorio”.

Tra gli interventi previsti che coinvolgono la stazione ci sono: la riqualificazione del piazzale antistante; la messa in sicurezza e riqualificazione dei percorsi pedonali su via della Stazione con l’installazione di adeguati sistemi di segnalazione e illuminazione automatizzati; la realizzazione di una pista ciclabile tra il nucleo residenziale di Santa Palomba e la stazione, passando per il parco urbano e la messa in sicurezza dei parcheggi.

Eppure, i cittadini non sono ancora convinti di questi lavori, e sui social hanno commentato così l’annuncio dell’avvio del cantiere: “Ma oltre al restyling verrà fatta una rampa di accesso ai disabili ai binari 2 e 3 e verrà messa in funzione la toilette a gettone o semplicemente ridipingono i muri?” e ancora “Aprite i bagni come prima cosa! La sala di attesa interna e almeno un punto ristoro per poter prendere una bottiglia di acqua!”.

Insomma, ricapitolando, il Comune è riuscito ad ottenere il finanziamento e i lavori sono finalmente partiti ma i pendolari continueranno ad aspettare il treno all’aperto, senza bar, senza uno schermo funzionante per leggere gli orari, tra i rifiuti e con la paura costante di subire aggressioni in un luogo che continua ad essere isolato.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Pomezia
ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.
ilfaroonline.it è anche su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con solo le notizie di Pomezia, clicca su questo link