Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Quirinale, Salvini accelera su Frattini ma il Pd insorge: “Ora basta lanciare nomi”

Castelli (M5S): "Non possiamo spaccare la coalizione con il centrosinistra, salterebbe anche il governo"

Roma – Nelle ultime ore Matteo Salvini ha accelerato sul nome di Franco Frattini per l’elezione al Quirinale. E’ quanto trapela da fonti di centrodestra, in vista del vertice di stasera dell’alleanza. “Siamo tornati al via, quello di Frattini è un nome già fatto e sul quale avevamo già espresso abbondanti perplessità. Auspichiamo che questa modalità di lanciare i nomi senza confronto sia finita. Noi siamo ancora in attesa” dicono le capogruppo del Pd Debora Serracchiani e Simona Malpezzi lasciando il gruppo del Pd con Enrico Letta.

“Usare il presidente del Consiglio di Stato Franco Frattini, una carica istituzionale così autorevole, per spaccare la maggioranza di governo è un segno evidente che non c’è la volontà di trovare una soluzione per il Colle. Non possiamo spaccare la coalizione con il centrosinistra, salterebbe anche il governo” riferisce Laura Castelli, viceministro M5S al Mef, vicina al ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Oggi intanto il coordinatore di Forza Italia, Antonio Tajani, è andato a Palazzo Chigi per un incontro con Mario Draghi. Lo rendono noto fonti di Forza Italia. Il messaggio sarebbe quello che Draghi per Fi sarebbe bene resti alla guida del governo. (fonte Adnkronos)