Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

L’infortunio di Sofia Goggia: l’azzurra lavora senza sosta per volare alle Olimpiadi

Riabilitazione al ginocchio e alla gamba sinistra a Mantova. Il 15 febbraio c’è la discesa a Pechino

Più informazioni su

La data segnata in calendario è quella del 15 febbraio. Alla Fisiocenter Multimedica lo sanno bene. E lo sa anche lei. Lavora senza sosta Sofia Goggia per recuperare dall’infortunio multiplo (legamenti e osso) che l’ha colpita lo scorso 23 gennaio a Cortina. Proprio sulla pista di casa e proprio dove l’azzurra non aveva potuto svolgere il Mondiale del 2021 a causa di una rottura dei legamenti al ginocchio destro, la campionessa olimpica è franata sulla neve, mettendo a rischio la partecipazione ai Giochi.

Gli esami clinici hanno comunque scongiurato il peggio e oggi l’atleta delle Fiamme Gialle, con legamenti danneggiati e osso lussato al ginocchio e alla gamba sinistra, punta con determinazione in fisioterapia giornaliera a un recupero celere che deve avvenire nell’arco di 15 giorni circa. Tra venti giorni, si svolgerà la gara di discesa olimpica a Pechino e la Goggia dovrà difendere l’oro vinto nel 2018. E’ quello adesso il suo obiettivo. Ha dovuto rinunciare con dolore all’essere Portabandiera alla cerimonia di apertura de 4 febbraio. La sostituisce la sua amica del cuore e campionessa olimpica di snowboard Michela Moioli.

“Avanti con fiducia”. Fanno sapere i medici dello staff di Mantova, come riporta ‘neveitalia.it’. La Goggia deve ancora una volta vincere una battaglia personale, per vincere presto una battaglia sportiva. L’Italia Team l’attende.

(foto@fisi.org)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

Più informazioni su