Seguici su

Cerca nel sito

Coppa del Mondo di scherma: gare fantasma a Sochi e podio italiano a Il Cairo

Le 11 spadiste hanno rinunciato al torneo. Davide Filippi vince il bronzo nel fioretto individuale

Il presidente della Federazione Italiana Scherma, Paolo Azzi, ha comunicato questa mattina il rientro della squadra di spada femminile dalla tappa di Coppa del Mondo in Russia, a Sochi. “È evidente che la prova di Coppa del Mondo di spada femminile in corso a Sochi abbia perso tutto il suo significato tecnico e sportivo, sacrificato sull’altare della situazione internazionale – ha detto il presidente Azzi da Novi Sad, dove è al seguito della delegazione azzurra per i Campionati Europei Under 20 e Under 17 – La priorità della Federazione Italiana Scherma è stata immediatamente quella di garantire il rientro quanto prima della nostra delegazione, che abbiamo programmato con un volo in partenza questa sera. Per questo non parteciperemo alla prova a squadre in programma domani. L’unico pensiero della Federscherma, che essendo partita per prendere parte alla competizione prima che la situazione precipitasse aveva regolarmente iscritto le proprie atlete alla gara individuale, è diventato trovare una celere soluzione per consentire il ritorno in Italia delle atlete e dello staff. Rientro programmato per stasera”. (leggi qui)

A Sochi è così andata in scena una prova individuale “fantasma”, in cui con il trascorrere dei turni gran parte delle atlete qualificate al tabellone principale, tra cui le 11 azzurre, hanno rinunciato alla competizione. Le spadiste italiane sono così rientrate in hotel in attesa di ripartire secondo il piano stabilito dalla Federazione.

Grande gioia, invece, a Il Cairo, dove nella Coppa del Mondo di fioretto maschile l’Italia è salita sul terzo gradino del podio con Davide Filippi, che raggiunge questo risultato per la prima volta nella sua carriera da senior.

Il 23enne del Centro Sportivo Esercito è stato autore di una gara molto lunga iniziata ieri dal tabellone preliminare dei 128 e dei 64, vincendo col brivido quest’ultimo match per 15-14 contro l’americano Adam Mathieu. Il fiorettista padovano nella giornata di oggi ha ripreso la scia di successi e, assalto dopo assalto, si è poi trovato a sfidare due compagni di squadra: nel tabellone dei 16 ha battuto 15-11 Edoardo Luperi, nei quarti ha superato Giorgio Avola 15-14. Questa vittoria gli ha aperto le porte delle semifinali, dove è stato fermato dal russo Anton Borodachev, che ha avuto la meglio per 15-11 e che si è poi aggiudicato la vittoria finale della prova sul compagno di nazionale Vladislav Mylnikov.

Ottimi risultati anche per gli altri due azzurri che si sono piazzati tra i migliori otto: Daniele Garozzo, quinto, eliminato ai quarti dal giapponese Takahiro Shikine per 15-10 e Giorgio Avola, ottavo, sconfitto proprio da Filippi per una sola stoccata.

Domani a Il Cairo è in programma la gara a squadre, cui l’Italia parteciperà con la formazione che ha trionfato nell’ultima tappa di Coppa del Mondo, composta da Daniele Garozzo, Alessio Foconi, Guillaume Bianchi e Tommaso Marini.

(foto@AugustoBizzi)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport