Seguici su

Cerca nel sito

Sinner ritirato dai quarti di Miami: “Ho dovuto rinunciare ancora.. è davvero triste”

L’influenza agli Indian Wells e ora le vesciche in California. Un momento nero per l’azzurro

Più informazioni su

Miami – Non è facile da accettare per Jannik Sinner. Un atleta top del circuito mondiale del tennis che è costretto a fermarsi per le vesciche ai piedi, problemi fisici che sembrano banali, ma importanti evidentemente. Ieri sera, ora italiana, il pomeriggio della California, è stato costretto a lasciare anzitempo la partita dei quarti di finale dell’Open di Miami. (leggi qui)

Ciò che delude è il periodo tuttavia ed è lui a dichiararlo a margine dell’incontro con Cerundolo, terminato solo al primo set mentre era sotto di 4 a 1. Al quinto game ha dovuto alzare bandiera bianca. Jannik ha detto: “Avevo le vesciche ai piedi e non riuscivo a muovermi. Ho iniziato a sentirle negli ultimi game del match contro Nick Kyrgios ed ora volevo provarci ma non ha funzionato. Nel primo game sono scivolato su una sua palla corta e sentivo ancora più dolore, non potevo muovermi”.

Sinner parla poi del match con l’argentino: “E’ successo di nuovo ed alla fine sono stato costretto a questa brutta scelta. È davvero difficile da accettare, ho giocato due tornei negli ultimi giorni (Indian Wells e Miami) e sono stato costretto al ritiro da entrambi. Non me ne capacito ed è davvero triste”. L’azzurro è uscito dalla Top Ten dei migliori e ancora una volta manca l’occasione di rientrarci. Dopo il forfait agli Indian Wells per colpa dell’influenza era scivolato di una posizione. Ora rischia di farlo ancora, a meno che Hubert Hurkacz o Carlos Alcaraz vincano Miami. Altrimenti Sinner sarà undicesimo.

(foto@Federtennis/Facebook)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

Più informazioni su