Seguici su

Cerca nel sito

Favola Ferrari in Australia, Leclerc: “La pole position mi da carica. Attaccherò subito”

Sainz è nono in partenza: “Mi dispiace, è successo di tutto in qualifica”. Verstappen secondo.

Più informazioni su

Melbourne - Un’altra storica pole position della Ferrari in un Mondiale di Formula Uno che sta incantando i tifosi della Rossa. Al terzo appuntamento e dopo quella manciata di centesimi che aveva tenuto lontano Leclerc dalla prima griglia in Arabia Saudita, torna ad essere primo il francese a distanza dalla gara d’esordio in Bahrain.

In Australia la Ferrari promette grandi conquiste al Gran Premio che si svolgerà la prossima notte, ora italiana. Dietro a Leclerc si è piazzata la monoposto della Red Bull di Verstappen e poi Sergio Perez terzo, a soli tre centesimi staccate.

L’altra Ferrari pilotata da Carlos Sainz si è classificata nona in qualifica: “Sono molto contento della mia performance – dice Leclerc al termine delle qualifiche - a differenza del Q1 e del Q2, nel Q3 non ho tenuto niente da parte, ho dato proprio tutto! Non è stato facile perché abbiamo avuto un po' di saltellamento, un problema che dobbiamo provare a risolvere in chiave gara ma più di tanto non credo si possa fare". Riporta il sito di SportMediaset.

" Quest'anno mi trovo più a mio agio che in passato quando sono in lotta per le posizioni di testa ma in realtà è stato un processo di crescita lineare – prosegue il francese -. Solo che negli ultimi anni i miei errori risaltavano molto di più rispetto ai miei exploits. Peccato che la pole non assegni punti iridati. Mi dispiace per Sainz, perché è tutto il weekend che ha un gran passo. Certo, sarebbe stato meglio poter essere in due davanti per lottare contro le Red Bull. Io però mi concentro su me stesso. Proverò ad andare subito all’attacco per creare un gap e poter poi contare su più opzioni a livello di strategia". Non è altrettanto felice Sainz che commenta: “Ero in corsa per la pole, come nei primi due Gran Premi di quest'anno ma sono stato sfortunato quando è uscita la bandiera rossa. Poi abbiamo avuto un problema con l'avviatore. La macchina non partiva ed ho perso tempo prezioso. Due-tre minuti che mi sono costati cari perché non ho potuto fare il mio secondo giro di preparazione e - con i problemi che abbiamo a scaldare gli pneumatici - il time attack è stato un disastro. Insomma, è successo tutto quello che poteva succedere...".

Lewis Hamilton prosegue il periodo nero con la Mercedes. L’inglese è quinto in griglia di partenza.

(foto@ScuderiaFerrari-Twitter)

Il Faro online - Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Più informazioni su