Seguici su

Cerca nel sito

Addio barriere architettoniche sul litorale: (finalmente) anche Fiumicino adotta il Peba

In Consiglio comunale approvata la delibera per l'attuazione del Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche. A breve un questionario per segnalare "punti critici"

Fiumicino – Passi avanti a Fiumicino per migliorare le condizioni dei disabili. Durante l’ultimo Consiglio comunale, infatti, è stata approvata la delibera per l’attuazione del P.E.B.A, ovvero il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche, nel territorio comunale della cittadina aeroportuale.

Si tratta di strumento di pianificazione fortemente voluto dallo Stato per identificare, pianificare e progettare gli interventi necessari a rendere accessibili e fruibili tutti gli ambienti d’interesse pubblico ricadenti sul territorio nazionale. Il Peba si pone come finalità principale quella di migliorare l’accessibilità degli edifici pubblici, la percorribilità delle infrastrutture viarie e favorire l’inclusione sociale di chi possiede, in forma permanente o temporanea, una disabilità che rende difficoltosa o impossibile la piena fruizione degli spazi d’interesse.

“Un passo importante e molto atteso – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Angelo Caroccia – che da tempo si attendeva sul nostro territorio, dove già negli anni scorsi la squadra dei Lavori Pubblici ha lavorato con adeguamenti delle strade, dei marciapiedi e degli stabili”. Nel Peba rientrano tutte le persone con disabilità fisiche, sensoriali e cognitive, ma anche la fascia di popolazione a rischio, come ad esempio cardiopatici, convalescenti, persone in sovrappeso. E ancora anziani, bambini, genitori con passeggini ed accompagnatori, nonché a qualsiasi individuo che nel corso della vita può ritrovarsi ad affrontare condizioni temporanee di inabilità.

A Fiumicino, nella fase di rilevazione vera e propria si è deciso di procedere gradualmente, analizzando singolarmente ogni località e suddividendo ognuna di esse in più porzioni. Per la complessità strategica e la centralizzazione di strutture di interesse pubblico, l’analisi delle criticità è partita dalla località di Fiumicino Paese.

“Un progetto che vede la partecipazione attiva di tutti i cittadini – prosegue Caroccia – ecco perché
è stato realizzato un breve questionario di 10 domande, indirizzato a tutti i cittadini che vorranno segnalare al Comune una o più criticità relative all’abbattimento delle barriere architettoniche”.

Il questionario verrà pubblicizzato sia sul sito del Comune di Fiumicino che all’ingresso di tutti i principali edifici d’interesse pubblico, e la diffusione sarà garantita sia in formato cartaceo che elettronico, scaricabile nell’apposita pagina dedicata sul sito del Comune in formato PDF editabile per la più semplice compilazione. Una volta compilati ed integrati con eventuali allegati, potranno essere riconsegnati tramite l’indirizzo mail dedicato: peba@comune.fiumicino.rm.it o a mano presso i punti di distribuzione.

Dal Comune precisano che nel delineare una programmazione temporale degli interventi legati alla disamina del Peba, si terrà conto degli accordi già in essere, degli interventi già finanziati e da finanziamenti da inserire negli strumenti di programmazione che consentano di intraprendere azioni organiche e pianificate dal Peba. Gli interventi si inseriranno quindi in tutte le fasi, dalla progettazione alla realizzazione, e interesseranno sia le opere ancora da realizzare che quelle già in fase di realizzazione per cogliere l’opportunità di accelerare la loro attuazione. Quei lavori invece che non sarà possibile inserire in appalti in corso o programmati costituiranno un intervento generale a sé stante per cui si dovranno stanziare fondi dedicati o intercettare linee di finanziamento regionali o statali valutando il loro inserimento negli strumenti di programmazione triennale e annuale. La programmazione del Piano costituirà un riferimento di supporto per la pianificazione economico finanziaria della pubblica amministrazione

“Ringrazio l’assessore Caroccia e i suoi uffici per avere dato concretezza, di concerto con l’assessorato ai Servizi sociali, al Peba, il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche”, il commento dell’assessora ai Servizi sociali Alessandra Colonna.

“I lavori pubblici hanno già iniziato con i sopralluoghi sul territorio per censire i punti più critici per la mobilità delle persone con disabilità – prosegue Colonna – e stabilire gli interventi da fare. È un lavoro di fondamentale importanza per rendere Fiumicino una città accessibile e il Peba è uno strumento indispensabile che ci permetterà, da ora in avanti, di tenere questo tema al centro della progettazione e dello sviluppo della città. Saniamo quello che c’è già, ma progettiamo un comune davvero per tutte e tutti sui mezzi pubblici, nei parcheggi, sui marciapiedi, nei parchi e negli edifici pubblici. Un impegno che, va detto, questa amministrazione sta già portando avanti da tempo, come dimostrano le opere realizzate in questi anni e che, ora, è definitivamente messo a sistema. Infine ringrazio l’intero Consiglio comunale che ha votato all’unanimità l’approvazione del Peba”.

Esulta anche DemoS, che, spiegano i consiglieri Armando Fortini e Maurizio Ferreri, “aveva presentato il lavoro a settembre 2019. Questa delibera consente di mettere a disposizione dei cittadini una scheda per il rilievo edilizio, segnalando con il supporto della ‘scheda di rilievo’ il luogo della città che necessita di un intervento per l’abbattimento della barriera architettonica”.

“Questa – proseguono – è una fase importante di partecipazione attiva della città, dove l’amministrazione coinvolge la città in questo progetto urbanistico e quanto definito dalla Costituzione che all’art. 2 recita: ‘Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti la legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che limitando di fatto la libertà e l’uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana’”. “Con questa delibera – concludono – il nostro Comune avvia le linee di indirizzo per l’abbattimento delle barriere architettoniche attraverso questo primo strumento di gestione e pianificazione urbanistica, strumento essenziali, per garantire il diritto di mobilità e accessibilità, ed anche il riconoscimento della dignità a tutti. L’adozione di questo strumento è essenziale per l’autonomia e la non discriminazione delle persone disabili, in ottemperanza alla Convenzione ONU che ne tutela il diritto alla vita indipendente ed all’inclusione sociale”.

“Purtroppo l’Italia è ancora molto indietro sul piano dell’accessibilità: il Piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche è previsto da una legge del 1986 che moltissimi comuni non hanno mai adottato”, il commento del capogruppo della Lista Zingaretti in consiglio comunale, Angelo Petrillo.

“Noi lavoriamo a questo piano già dalla scorsa consiliatura e prima nessuno aveva fatto nulla – prosegue Petrillo -. Ieri l’approvazione del P.e.b.a in consiglio comunale ha segnato una svolta importantissima”. “Certo questo non vuol dire che da oggi spariscono le barriere architettoniche in città – sottolinea -. Ma il piano genera una sequenza virtuosa mettendo in relazione monitoraggio, progettazione e realizzazione – sottolinea il capogruppo – e non semplicemente interventi spot per singoli episodi. Significa avere una visione di città davvero inclusiva e accogliente per tutte e tutti”.

“E’ un processo lungo, ma abbiamo iniziato – conclude Petrillo – e abbiamo iniziato puntando anche su un percorso partecipativo che coinvolgerà le associazioni, le cittadine e i cittadini. Un aspetto da non sottovalutare e che è un punto qualificante della delibera approvata”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino
ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.
ilfaroonline.it è anche su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con solo le notizie di Fiumicino, clicca su questo link