Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Pallanuoto, il Settebello alla World League per crescere ancora

Campagna: “Siamo sulla strada giusta. Per le Olimpiadi ci sono due lunghi anni”. Gli azzurri in Montenegro

Più informazioni su

Quattro giorni, dal 21 al 25 aprile, di common training ad Atene con la Grecia per testare la condizione fisica e mentale e provare gli schemi. Poi il trasferimento a Podogorica, in Montenegro, dove il Settebello campione del mondo sarà impegnato, dal 28 al 30, World League Europe Final Men 2022 che mette in palio tre posti per la SuperFinal di Strasburgo (23-29 luglio).

La World League è l’unico trofeo mancante nella sconfinata bacheca azzurra. Debutto di ferro per la Nazionale di Alessandro Campagna, in piena costruzione e con tanti giovani in rampa di lancio, che nei quarti affronterà, con inizio alle 15.00 e diretta su Rai Sport +HD, la Croazia quinta alle Olimpiadi di Tokyo e bronzo iridato a Gwangju. In caso di successo gli azzurri sfideranno, in semifinale, la vincente del quarto di finale tra Francia e Montenegro. Gli altri due quarti che si incroceranno in semifinale sono Ungheria-Spagna e Serbia-Grecia. Final Eight che si disputa nella piscina del rinnovato “Sporting Club Moraca”.

La presentazione del commissario tecnico Alessandro Campagna. “E’ un po’ di tempo che osservo e prendo atto di una grande evoluzione del gioco della pallanuoto: il ritmo sta diventando sempre più alto; tatticamente stanno cambiando molte cose. Molte nazioni stanno diventando competitive e tra queste ci metto ovviamente la Francia che vuol farsi trovare pronta per i Giochi Olimpici in casa. Noi siamo un cantiere aperto, mi piace sottolinearlo, e stiamo cercando di costruire una squadra in cui vi siano giocatori che abbiano predisposizione verso un certo tipo di gioco e di allenamento. Da qui al Mondiale ho poco tempo: farò molto il selezionatore e meno l’allenatore; poi per gli Europei avrò qualche settimana in più per valutare ulteriori aspetti. Sono convinto che abbiamo intrapreso la strada giusta: vediamo dove ci porterà! Due anni alle Olimpiadi di Parigi sono ancora tanti; avremo molti impegni, ravvicinati, e bisognerà essere bravi a non farsi condizionare dai risultati. Un successo non ci dovrà esaltare eccessivamente e una sconfitta abbattere emotivamente. L’obiettivo resta sempre quello di essere comunque competitivi, positivi e rimanere nell’eccellenza della pallanuoto internazionale. Ripeto è una fase di cambiamento: ci sono tanti giovani qui a Podgorica; altri stanno spingendo. C’è molto materiale su cui lavorare e ciò è comunque ottimo”.

Gli azzurri in Montenegro.  Edoardo Di Somma e Vincenzo Dolce (AN Brescia), Francesco Condemi e Simone Rossi (CC Ortigia), Francesco Di Fulvio, Nicholas Presciutti e Marco Del Lungo (Esercito/Pro Recco), Luca Damonte (Ferencvarosi), Giacomo Cannella, Gonzalo Oscar Echenique (Pro Recco), Lorenzo Bruni, Andrea Fondelli e Matteo Iocchi Gratta (RN Savona), Luca Marziali (Telimar) e Pierre Pellegrini (Iren Genova Quinto). Due giocatori a partita resteranno in tribuna, Escluso Massimo Di Martire (CN Posillipo). Completano lo staff l’assistente tecnico Amedeo Pomilio, la psicologa Bruna Rossi, il medico Ennio Favara, il fisioterapista Riccardo Cipolat, il video analista Paolo Baiardini, il preparatore atletico Alessandro Amato, il preparatore dei portieri Goran Volarevic e il dirigente accompagnatore Giuseppe Marotta. (federnuoto.it)

(foto@DeepBlueMedia)

Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

 

Più informazioni su