Seguici su

Cerca nel sito

Michela Moioli: “Dopo i Giochi un po’ di relax al mare.. adesso sono una surfista” foto

In vacanza dopo i successi di Pechino l’azzurra dello snowboard alle Canarie. Il discorso al Quirinale una emozione

Più informazioni su

Non è arrivato l’oro della conferma per Michela Moioli nello snowboardcross, ma alle Olimpiadi l’azzurra è salita ugualmente sul podio nel misto della stessa disciplina, con uno splendido argento conquistato insieme a Omar Visintin.

Sono stati Giochi incredibili per lei. Non era in programma che fosse lei la Portabandiera per l’Italia Team, ma l’infortunio della sua migliore amica Sofia Goggia l’ha proiettata come protagonista alla cerimonia di apertura a Pechino 2022. Con il cuore pieno di gioia e affetto per l’amica, la Moioli ha alzato il Tricolore in alto, più in alto che poteva. E’ stata una delle protagoniste delle Olimpiadi delle 17 medaglie azzurre. La Goggia ha ottenuto l’argento della rivalsa nello sci alpino, in una entusiasmante discesa libera e Michela ha sorriso ugualmente con l’alloro in team mettendo in bacheca l’ennesima perla personale. Con i suoi 44 podi in Coppa del Mondo e 20 vittorie conquistate, insieme ai tre Trofei di Ghiaccio strappati alla storia, è una delle azzurre più premiate d’Italia, negli sport invernali.

(foto@UfficioStampaQuirinale)

Dopo le Olimpiadi dei ricordi, dei podi e degli applausi, è il momento del relax. E lo racconta Michela a La Gazzetta dello Sport. Ricarica le energie alle Canarie dove si diletta a praticare lo snow del mare, ossia il surf, uno degli sport che più l’appassiona. I primi di aprile però, prima di staccare il pass verso le vacanze meritate ha fatto un salto di nuovo al Quirinale per riconsegnare il Tricolore al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “E’ stato emozionante parlare di fronte a lui. Telecamere e attenzione tutta per te. Ogni volta è come una gara. ho detto quello che mi sentivo dentro”. E lo ha fatto Michela, ringraziando Mattarella per la fiducia e tutti per il tifo”. Già in ferie l’azzurra era da tanto che non entrava in acqua: “Da settembre .. – dice ancora a La Gazzetta – ci vogliono un paio di giorni per riprendere la mano con la tavola da surf. Ho usato anche la longbord”. Se Visintin è cresciuto praticando il kitesurf, anche Michela ha provato a farlo qualche volta, ma poi è sempre tornata al surf del cuore.

Dopo le Olimpiadi si è dedicata alla famiglia e a quella festa del ritorno, che ha meritato.

(foto@fisi.org)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Più informazioni su