Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Energia, pace e guerra in Ucraina: cosa si dono detti Draghi e Biden alla Casa Bianca

Biden a Draghi: "Sei un buon amico e grande alleato". Il Premier al Presidente Usa: "Putin pensava di dividerci ma ha fallito"

Washington – Guerra in Ucraina, energia e non solo. Il premier italiano vola alla Casa Bianca per incontrare Biden e discutere dei temi caldi che tengono banco sui tavoli dei palazzi del potere del mondo occidentale.  “Sei un buon amico e un grande alleato”, le parole del presidente statunitense dando il benvenuto al premier Mario Draghi nel bilaterale alla Casa Bianca, un’occasione per ricambiare “l’ospitalità che mi hai mostrato a Roma” l’anno scorso, in occasione del G20. Biden ha quindi fatto riferimento alla “lunga storia di legami condivisi” tra i due Paesi e al modo in cui tanti italoamericani “sono orgogliosi” delle loro origini.

“Putin pensava di dividerci ma ha fallito”, la risposta di Mario Draghi. “Dobbiamo utilizzare ogni canale per la pace, diretto e indiretto, per un cessate il fuoco” in Ucraina “e l’avvio di negoziati credibili”  dice il presidente del Consiglio.

“Le nostre nazioni sono unite in modo forte e la guerra in Ucraina ha ulteriormente rafforzato l’unione – ha sottolineato – Siamo uniti nel condannare l’invasione in Ucraina, uniti nelle sanzioni e nell’aiutare l’Ucraina come ci ha chiesto il presidente Zelensky”.

Il premier ha affermato che “in Italia e in Europa le persone adesso vogliono la fine di questi massacri, di questa violenza e di questa macelleria e le persone pensano cosa possiamo fare per portare la pace”.

“Quello che sta succedendo in Ucraina ha portato un drastico cambiamento nell’Ue, eravamo vicini e ora siamo ancora più vicini e so che possiamo contare sul vostro sostegno come un sincero amico dell’Ue e dell’Italia” ha detto Draghi. “Dobbiamo continuare a lavorare insieme per abbassare il costo dell’energia, per evitare il rischio di crisi alimentari nei Paesi poveri” ha rimarcato il premier.

“C’è una cosa che apprezzo di te, il tuo sforzo di unire la Nato e l’Ue e ci sei riuscito. Era difficile credere che andassero di pari passo, era più probabile che si sarebbero divise ma tu sei riuscito a farle andare di pari passo” ha detto Biden rimarcando che la “cooperazione dell’Italia è fondamentale”.

“La pace sarà quello che vorranno gli ucraini, non quello che vorranno altri” ha detto, a quanto si apprende, il premier Mario Draghi al presidente degli Stati Uniti Joe Biden nel corso del bilaterale a Washington, incassando un “sono d’accordo” dall’inquilino della Casa Bianca.

“Molti in Europa condividono la nostra posizione unita nell’aiutare l’Ucraina, e nel sanzionare la Russia. Ma si chiedono anche – ha rimarcato Draghi -: come possiamo mettere fine a queste atrocità? Come possiamo arrivare a un cessate il fuoco? Come possiamo promuovere dei negoziati credibili per costruire una pace duratura? Al momento è difficile avere risposte, ma dobbiamo interrogarci seriamente su queste domande”.

“Mi congratulo con te per quello che hai fatto sul fronte della diversificazione energetica. È più di quello che sarei riuscito a fare io!” ha detto, a quanto si apprende, il presidente Biden al premier Draghi. “Siamo disposti ad aumentare la nostra produzione di petrolio, ma vogliamo anche mantenere i nostri obiettivi di transizione energetica” ha affermato il presidente Usa. “Grazie e concordo pienamente – ha subito apprezzato Draghi – Come dico sempre, diversificazione energetica e transizione ambientale vanno di pari passo”.

“L’invasione della Russia ha fatto salire il prezzo del gas a livelli molto alti. C’è bisogno di un tetto al prezzo del gas a livello europeo – ha rimarcato il premier a quanto si apprende – E c’è bisogno che l’Europa sia unita nel gestire anche finanziariamente le sfide che abbiamo davanti: la difesa, la ricostruzione dell’Ucraina, i costi della crisi”. Il segretario del Tesoro Janet Yellen annuiva ascoltando le parole dell’ex numero uno della Bce, rivelano le stesse fonti.

“La Libia – ha detto il presidente del Consiglio – può essere un enorme fornitore di gas e petrolio, non solo per l’Italia ma per tutta Europa”. “Tu cosa faresti?”, ha chiesto dunque Biden a Draghi, che ha risposto diretto: “Dobbiamo lavorare insieme per stabilizzare il Paese”.

E poi “dobbiamo chiedere alla Russia di sbloccare il grano bloccato nei porti Ucraini” ha affermato Draghi, a quanto si apprende, nel corso del bilaterale alla Casa Bianca. Biden avrebbe rimarcato come ci siano “milioni di tonnellate. Rischiamo una crisi alimentare in Africa”. (fonte Adnkronos)