Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Diamond League, Tortu fa 20”41 nei 200 metri a Doha: “Verrà la mia occasione”

L’azzurro si confronta con i grandi, come voleva. E’ settimo in corsia esterna

Più informazioni su

Doha – L’anemometro recita +2.1 nei 200 metri, un filo oltre il consentito a Doha, in occasione della prima tappa della Wanda della Diamond League.

Da una sfavorevole prima corsia, Filippo Tortu non va oltre il settimo posto con 20.41 a tre decimi esatti dal primato personale siglato nello scorso settembre a Nairobi, nella sua ultima uscita sulla distanza, che quest’anno intende abbracciare con maggiore consistenza rispetto al passato. Lì davanti volano gli americani Noah Lyles (19.72) e Fred Kerley (19.75), più indietro il trinidegno Jereem Richards (20.15) e il canadese oro olimpico Andre De Grasse (20.15).

Prima di Tortu gli altri due canadesi Aaron Brown (20.18) e Jerome Blake (20.25). L’analisi della gara dalla voce del 23enne brianzolo delle Fiamme Gialle: “Il campione del mondo Lyles ha fatto qualcosa di stratosferico, io l’ho visto troppo da dietro per i miei gusti – osserva – sapevo che non avrei avuto una corsia agevole ma ho comunque preferito venire a gareggiare contro atleti di livello mondiale. Ho fatto fatica a correre la prima parte, così facendo nei secondi cento metri ne avevo un po’ meno del solito. Ma non è andata male. Sui 200 stiamo lavorando bene e avrò l’occasione di dimostrarlo durante la stagione”. (fidal.it)(foto@Colombo/Fidal)

Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

Più informazioni su