Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Christillin: “Italia ai Mondiali in Qatar? Non è possibile”

L’Ecuador schiera un giocatore colombiano e il caso va alla Fifa. Per gli azzurri nessun ripescaggio

Più informazioni su

L’Italia non sarà ripescata ai Mondiali di Qatar 2022. Lo dice in maniera perentoria Evelina Christillin, membro Uefa nel consiglio Fifa, dopo le dichiarazioni di ieri del presidente della Federgolf Franco Chimenti.

Quest’ultimo durante il suo intervento a La Politica del Pallone, aveva dichiarato: “C’è una possibilità che l’Italia venga ripescata, una possibilità molto più concreta di quanto si pensi”.

Aveva in questo modo alimentato la speranza dei tifosi. Aveva spiegato in seguito anche il modo in cui gli azzurri avrebbero partecipato o potrebbero partecipare al torneo iridato: “Pare che l’Ecuador abbia utilizzato un giocatore che non aveva titolo di giocare e potrebbe pagare per questo. Se così fosse, a quel punto bisognerebbe pensare alla nazionale che dovrebbe sostituirlo. C’è una regola Fifa che parla di ripescaggi e parla della squadra più in alto nel ranking: questa è sicuramente l’Italia”, aggiungendo: “ Sto facendo il tifo per noi, ma le regole del gioco sono queste, e allora crediamoci. Un ripescaggio non sarebbe una cosa ingiusta”.

A queste parole è arrivata diretta la risposta della Christillin. Ha dichiarato: “Non è vero che stiamo per esser ripescati anche nel caso la nazionale dell’Ecuador venisse squalificata. In caso, a rientrare sarebbe una sudamericana. Insomma, non c’è nessuna possibilità che l’Italia giochi il prossimo mondiale”, a Un giorno da pecora, su Radio 1, la consigliera della Federcalcio spegne i sogni dei tifosi.

(foto@VivoAzzurro-Twitter)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Sport
Clicca qui per iscriverti al canale Telegram, solo notizie di Sport

ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.

 

Più informazioni su