Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Roma-Lido, l’opposizione occupa il municipio: “Subito due treni dalle metro”

Il Pd: "Questo territorio è stato trascurato troppo a lungo"

Ostia – Occupando il Palazzo del Governatorato: così i consiglieri d’opposizione del Municipio X hanno deciso di protestare contro i disservizi della Roma-Lido.

Nella mattinata di mercoledì 18 maggio, infatti, uno dei convogli del “trenino” si è guastato all’altezza di Eur Magliana, e i passeggeri sono stati costretti ad evacuare il mezzo camminando sulle rotaie del treno.

I passeggeri della Roma-Lido costretti ad abbandonare la stazione camminando sui binari

Oggi, l’opposizione è tornata a chiedere – così come proposto già mesi fa dal Comitato pendolari (leggi qui) – il trasferimento di due treni dalle linee metro A e B: “In 10 anni Zingaretti non ha fatto nulla per risolvere i problemi della Roma Lido, nonostante abbia in cassa 180 milioni ottenuti dal Governo dal 2016, se non attaccare Virginia Raggi, scaricando le colpe sull’amministrazione M5S”, ha detto Alessandro Ieva, ex vicepresidente municipale, che con i colleghi di minoranza ha esposto uno striscione con su scritto “Roma-Lido vergogna”.

“Abbiamo proposto – ha continuato Ieva -, come intervento immediato, di istituire un servizio di trasporto su gomma con frequenza di passaggio più breve possibile, che possa dare ai cittadini l’opportunità di scegliere la modalità con cui raggiungere il posto di lavoro, la scuola, gli ospedali o semplicemente di recarsi a trovare i propri cari, in attesa di tempi migliori per la Roma-Lido”.

“Abbiamo occupato l’aula del Municipio X per dare un segnale forte e chiaro a Campidoglio e Regione Lazio, perché ad emergenza si risponde con risposte emergenziali qui e adesso, e non con promesse di miglioramento della Roma-Lido tra due o tre anni – ha attaccato Andrea Bozzi, capogruppo di lista Calenda -. Ci sono documenti votati all’unanimità da mesi, sia nel nostro Municipio che nel IX, che chiedono di prendere due treni CAF 300 dalla metro A, ma nulla è stato fatto, perché evidentemente l’assessore Patanè non vuole farlo”.

“Riconosciamo alla maggioranza municipale lo sforzo di incalzare le istituzioni – ha proseguito -, ma evidentemente non è servito a cambiare nulla e in politica contano i risultati. Un disastro progressivo che oggi in piena stagione balneare umilia cittadini e turisti“.

Non si è fatta attendere la replica del minisindaco Mario Falconi e di Leonardo Di Matteo, presidente della commissione mobilità in X Municipio. “L’odierna occupazione della sala consiliare da parte dell’opposizione, esasperata quanto noi per i gravissimi disagi che i nostri concittadini subiscono quotidianamente a causa di un collegamento Roma-Lido non degno di un paese civile – ha detto -, è l’ennesima riprova di quanto il Municipio X sia stato trascurato per troppi lunghi anni”.

“Siamo coscienti dell’annoso gravissimo disagio a cui sono costretti lavoratori e studenti e proprio per questo abbiamo messo tra le priorità della nostra legislatura il costante monitoraggio della situazione oltre modo precaria in cui versa da anni la ferrovia. Non appena insediati – hanno spiegato – ci siamo subito attivati per intervenire sullo stato intollerabile in cui versava la Roma-Lido dovuto all’esiguo numero di treni circolanti, cercando soluzioni quanto più rapide, efficaci e percorribili per migliorare la situazione in attesa della soluzione definitiva proposta dalla Regione Lazio, che consentirà di avere una metro moderna e veloce, ma che purtroppo ha bisogno di almeno due anni per poter essere realizzata“.

“Per quanto di nostra competenza, abbiamo seguito un iter incalzante e promosso varie riunioni, ultima delle quali, il 13 maggio, con la commissione mobilità congiunta di Roma Capitale, nella quale si è stabilito assieme al presidente della stessa, Giovanni Zannola, di richiedere, ancora una volta, agli assessori di competenza l’attivazione del tavolo tecnico per porre in essere un iter amministrativo che preveda l’utilizzo di due convogli da trasferire dalla metro A e B alla Roma-Lido, così da consentire nei prossimi mesi di rendere meno precario possibile il servizio offerto.

Con la Regione Lazio siamo in contatto costante anche per ottenere l’adeguamento e la messa di nuovo in esercizio di alcuni treni oggi ancora in manutenzione e migliorare e implementare il trasporto su gomma, anche prevedendo, tra l’altro, la modifica dell’itinerario della linea S15 che partirà dalla stazione Cristoforo Colombo fino a raggiungere le sedi dell’Università Roma Tre.

Certo, ci sarebbe piaciuto poter dall’oggi al domani ribaltare la situazione delle gravissime carenze strutturali che abbiamo trovato, ma l’unica soluzione percorribile, a meno che non si voglia fare pura demagogia, è quella che stiamo intraprendendo”, hanno concluso.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ostia X Municipio
ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.
ilfaroonline.it è anche su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con solo le notizie di Ostia e del X Municipio, clicca su questo link.