Seguici su

Cerca nel sito

Benessere intestinale: il nuovo trend del 2022?

Si consiglia l’assunzione di frutta, almeno una volta al giorno, soprattutto di mele, fichi e pere

Più informazioni su

L’intestino, uno degli organi più importanti del nostro corpo, ha l’il cui obiettivo di assorbire le sostanze nutritive che assumiamo attraverso l’alimentazione e, contemporaneamente, di scartare le scorie potenzialmente dannose o inutili per il nostro mantenimento. Proprio perché quest’organo è al centro di un processo così importante come quello dell’alimentazione, spesso viene considerato come un cervello secondario, che contiene quasi la totalità delle cellule del sistema immunitario presenti nel nostro corpo.

Dopo esser stato a lungo ignorato o sottovalutato, negli ultimi anni pare che l’intestino sia tornato al centro dell’interesse delle persone, che hanno cominciato a seguire regimi e diete speciali finalizzate a prendersene cura. Si sente parlare sempre più spesso di flora batterica intestinale, di integratori a base di probiotici, di fermenti lattici e di diete finalizzate esclusivamente al benessere intestinale. Ma cosa si può fare garantire il corretto funzionamento del proprio intestino?

Come prendersi cura dell’intestino?

Non è un caso se tra i motori di ricerca più popolari alcune delle parole chiave più ricercate nel nostro paese, in merito alla salute e al benessere del corpo, risultano essere “reflusso gastroesofageo” e “rimedi stitichezza”, termini strettamente collegati al funzionamento dell’intestino. Da un cattivo funzionamento dell’organo e da un’alimentazione sbagliata possono derivare infatti alcuni fastidi, quali la stitichezza, il reflusso gastroesofageo, il cosiddetto bruciore di stomaco e, in determinati casi, la sindrome del colon irritabile.

Come accennato in precedenza, sono diventati sempre più popolari in commercio gli integratori di probiotici, adatti per la pulizia del tratto gastro-intestinale. Tuttavia, è possibile cominciare ad avere una maggiore cura del proprio intestino anche con dei piccoli accorgimenti, accogliendo nella dieta quotidiana alcuni alimenti che favoriscono il transito intestinale. Tra questi alimenti, particolarmente utilizzati nella dieta mediterranea, possiamo trovare i cereali e i legumi, come ceci, piselli, lenticchie e fagioli; particolarmente indicati sono anche gli ortaggi e le verdure, specialmente i carciofi, ottimi anche per la digestione.

Si consiglia l’assunzione di frutta, almeno una volta al giorno, soprattutto di mele, fichi e pere. Per l’assunzione di probiotici naturali e per la proliferazione di una flora batterica buona all’interno del nostro intestino, è essenziale l’assunzione di fermenti lattici: yogurt, kefir e fiocchi di latte risultano essere particolarmente utili nella dieta di tutti i giorni, oltre a garantire un apporto corretto di proteine durante la colazione o gli spuntini di metà mattina o metà pomeriggio.

Quali alimenti possono danneggiare l’intestino?

Gli alimenti che devono essere assunti in misura controllata per il benessere dell’intestino sono soprattutto i prodotti caseari grassi, come latte, ricotta e formaggi. Può essere benefico, al fine di evitare irritazioni intestinali, ridurre i consumi di tè, caffè, cioccolato e marmellate, così come di bevande gassate e spezie aromatiche.

Fate particolare attenzione anche al miele, che in piccole dosi può certamente essere benefico nel favorire la stipsi e nel calmare i dolori dello stomaco, ma che in dosi eccessive può, talvolta, irritare l’intestino causando bruciori di stomaco e pesantezza. L’attività fisica e il movimento del corpo rappresentano un benefico stimolo per il colon, perché stimolano una maggiore proliferazione di flora batterica in grado di rendere ancora più regolari i movimenti intestinali.

Più informazioni su